TOSCANA (GR)  – ARGENTARIO DA SCOPRIRE. ATTRAVERSANDO LA FENIGLIA FINO ALL’ISOLA CHE NON C’E’ PIU’

Iniziamo a presentarvi gli itinerari, vecchi e nuovi, dove le nostre Guide Ambientali vi accompagneranno appena ci daranno l’ok per ripartire!
TOSCANA (GR)  – ARGENTARIO DA SCOPRIRE. ATTRAVERSANDO LA FENIGLIA FINO ALL’ISOLA CHE NON C’E’ PIU’

L’Argentario è stato per millenni una delle isole dell’Arcipelago Toscano, finché poco a poco si sono formati due tomboli – due esili strisce di sabbia, che l’hanno collegato alla terraferma. La Giannella, chiusa in tempi recenti (nelle mappe di fine ‘700 è ancora aperta!) e la Feniglia.
Dell’isola il Monte Argentario ha il clima e i panorami. Fu importante nei secoli per il controllo delle rotte tirreniche, non è un caso che a Porto Ercole trovò la morte Caravaggio, in fuga da Napoli dov’era stato condannato per una rissa.
Le dominazioni hanno lasciato importanti testimonianze, come le incredibili fortezze spagnole che proteggono la costa da Porto Ercole a Porto Santo Stefano o le più antiche torri d’avvistamento come quella di Capo d’Uomo.
I nostri trekking ci porteranno a esplorare l’aspetto storico e quello naturalistico dell’isola che non c’è più. Salendo fino al promontorio dove la torre di Capo d’Uomo domina la costa, o percorrendo la duna Feniglia parlando del suo importantissimo ruolo naturale, salendo fino a Forte Filippo, alla fortezza Spagnola o al Pozzarello.

Percorsi Etruschi – Emozioni in Natura

Per rimanere aggiornati sui nostri eventi iscriviti al canale Telegram (t.me/percorsietruschi) o al broadcast Whatsapp (320 3149587) o alla newsletter (scrivici su [email protected] )

Tra pirati e corsari, i forti spagnoli di Porto Ercole

LUN 1 GIUGNO | DOM 7 GIUGNO

Oggi vogliamo accompagnarvi a scoprire un lato poco conosciuto dell’Argentario, nel borgo marinaro di Porto Ercole, che domina dall’alto il promontorio tra le barche eleganti di Cala Galera e il porticciolo turistico.


Una passeggiata breve che però, passo dopo passo, sembra trasportarci un un luogo altro: le rocce bianche di quella che un tempo era una delle isole dell’Arcipelago Toscano emergono tra la macchia bassa, fatta di rosmarini profumatissimi, di ginestra, lentisco…
Passo dopo passo conquistiamo un panorama che ci toglie il fiato, basta salire così poco per godere di una vista spettacolare a 360°: arriveremo fino alle mura di un’imponente fortezza seicentesca, così grande eppure quasi invisibile dal basso! Un’opera difensiva monumentale, in parte scavata nel duro granito dell’Argentario proprio per cogliere di sorpresa in caso di attacchi dal mare.
A cosa serviva una fortezza così imponente? Cosa c’era di così prezioso da difendere in questo piccolo lembo di terra?
Un piccolissimo stato, dipendente dalla Spagna al confine tra le potenze Toscana e Pontificia fondava la sua intera esistenza su questi forti.
Oggi sono proprietà private, ma possiamo esplorarli dall’esterno e goderci un luogo unico, dove il cielo, il mare, la terra si fondono, i profumi inebriano i sensi, il tempo sembra fermarsi

📅 Lun 1 giugno  | Prenotazione entro il 30 maggio
📅 Dom 7 giugno  | Prenotazione entro il 5 giugno
 Mezza giornata; ore 10:00 e ore 15.00

📍 Porto Ercole | Monte Argentario (GR) | informazioni
🚶‍♀️ Gruppi piccolissimi, per tutti

📞  prenota ora chiedi info

📍informativa covid-19

Speciale Argentario – l’isola che non c’è più

Escursioni sull’Argentario, l’isola che non c’è più. Da Porto Ercole a Punta Telegrafo: i forti spagnoli, il convento dei Passionisti, la splendida costa d’Argento. Trekking di varie difficoltà, tutto l’anno.

Continua a leggere

Trekking alla fortezza invisibile a guardia dell’Argentario

Trekking alla fortezza invisibile a guardia dell’Argentario

Un percorso immerso nella macchia mediterranea che ci porta fino al Forte del Pozzarello, assolutamente invisibile da ogni parte, costruito a guardia della costa dell’Argentario; un forte ancora quasi del tutto integro, che si sviluppa a diversi livelli nel sottosuolo e nasconde tracce degli strumenti utilizzati a difesa della roccaforte.

Affacciato sia su Porto Santo Stefano che sulla laguna di Orbetello, ci regala lungo il cammino tra le più belle vedute panoramiche di questo luogo straordinario. Il percorso passa anche per le “calette segrete” del promontorio, luogo perfetto per una sosta rigenerante!

📍 Porto Santo Stefano | Monte Argentario (GR)

🚶‍♀️ Gruppi piccolissimi, per tutti

📍informativa covid-19