Nella Selva dei Briganti…

La selva del Lamone è uno di quei posti che quasi si fatica a credere siano ancora così. Così come? Così selvaggi, così veri, intricati e meravigliosamente ostili. Ancora fino a pochi anni fa le storie di tanti che vi si addentravano e vagavano per giorni senza trovarne l’uscita erano diffuse: percorrendo i suoi sentieri (oggi ben tracciati) non fatichiamo a immaginarlo.
E non fatichiamo nemmeno a tornare con la mente ancora più indietro nel tempo, alla fine del XIX secolo, quando i briganti trovavano rifugio tra questa fitta macchia. Se facciamo silenzio possiamo quasi lasciarci vincere dalla suggestione e vedere uno di quei manigoldi vagare in sella al suo bel cavallo maremmano, ben piazzato nella sua bardella, schioppo in spalla, che ci scruta tra le fronde quasi a chiederci cos’è che stiamo facendo nel suo regno…

Misteri etruschi. La necropoli di San Giuliano

Quasi mille anni di storia nella necropoli etrusca di San Giuliano: un viaggio indietro nel tempo per scoprire questa antichissima civiltà.

Continua a leggere

Lamone: trekking nella Selva dei Briganti

Trekking di una giornata nell’impenetrabile e affascinante Selva del Lamone. Osserveremo alberi centenari che ci racconteranno il passare dei secoli che ha visto trasformare il terriorio.

Continua a leggere

All’estremo nord del Lazio: Riserva Naturale di Monte Rufeno

La riserva naturale Monte Rufeno si estende per 2893 ettari in posizione nord-nordest, interamente nel territorio aquesiano: è un vero polmone verde, con moltissimi ambienti diversi e una biodiversità eccezionale e siti di protezione speciale al suo interno. Una ricca rete di sentieri permette di scoprire questa grande varietà.

Continua a leggere