Le due Vulci: la natura e la metropoli

Potremmo dirvi quello che Vulci è stata: una delle città più grandi d’Etruria, forte, imponente, ricchissima. Decine di migliaia di persone vivevano qui, commerciando, lavorando il metallo, coltivando la fertile terra della Maremma. C’era un viavai continuo, botteghe che vendevano ori preziosi e vino e forse anche la birra, c’erano le nobili famiglie e gli schiavi, c’era il re-sacerdote, il lucumone, che governava con saggezza…
Ma potremmo anche dirvi quello che c’è adesso, ottobre 2016: prati verdi e boschi ricchi di alberi con le foglie che iniziano a ingiallire, vacche e cavalli maremmani che pascolano, aria limpida e frizzante che arriva dal mare, terra nera rivoltata dagli archeologi, terra che continua a restituire tracce del passato che fu…
Vulci è davvero un luogo unico, qui il passato e il presente si fondono: la natura si è sovrapposta alla metropoli diventata trasparente ma non invisibile agli occhi di chi sa guardare…
Venite con noi sabato 15 ottobre!https://www.facebook.com/events/1292565927475114/

Vedi i dettagli sulle attività a Vulci

Informazioni
StagioneSempre
Difficoltà  Facile
Attrezzatura Scarpe con suola sagomata,  acqua, cappello, zaino
Durata tutto il giorno, pranzo al sacco
Contatti info@percorsietruschi.it +39.327.4570748 / +39.320.3149587

Prenota ora la tua escursione personalizzata

Tutte le attività di di Percorsi Etruschi sono condotte da guide associate ad Aigae e iscritte al Registro Italiano delle Guide Ambientali Escursionistiche – professione svolta ai sensi della legge 4/2013.

Albero camporile, Vulci Farerete Vulci (7) Vulci (26) Vulci (14)

This entry was posted in Blog, Storie and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.