Camminando sul ciglio del vulcano

Camminando sul ciglio del vulcano: il cammino dei due laghi, Bolsena e Mezzano

Un nuovo Cammino nel Lazio. Un circuito dagli incredibili panorami ci porterà in sei giorni a tracciare un percorso intorno al Lago di Bolsena e al Lago di Mezzano, i due laghi vulcanici dell’Alto Lazio.

Il lago di Bolsena, lago vulcanico più grande d’Europa, è uno dei luoghi più suggestivi e piacevoli dove trascorrere una giornata di relax. Le sue acque limpide riflettono la luce del sole, riscaldando le vallate dove crescono ulivi e vigneti, bagnando le spiagge dove sorgono i bellissimi borghi di Bolsena, Capodimonte e Marta e su cui si affacciano Montefiascone, Valentano, Grotte di Castro, Gradoli e San Lorenzo Nuovo. I panorami sono mozzafiato in ogni momento dell’anno…

Centinaia di migliaia di anni fa il panorama doveva essere decisamente diverso: un enorme sistema vulcanico, con bocche che sputavano lava, cenere incandescente, sassi di fuoco… Impossibile da immaginare? Eppure basta socchiudere gli occhi… ed ecco che i Monti Volsini si rivelano per una cinta cratericha, ecco che Valentano e le isole si mostrano come antiche bocche eruttive.

E scopriremo che l’altopiano dell’Alfina, tutto da percorrere da Orvieto, è un’enorme pianura di cenere vulcanica, depositatasi esplosione dopo esplosione…
E scopriremo che il piccolo, placido lago di Mezzano era un’antica bocca laterale – e che non ha dimenticato il suo passato di vulcano, regalandoci acque tiepide da sorgenti termali subacquee…
E scopriremo che la piana di Latera una volta era un lago; che la terra rossa di Valentano e la sabbia nera di mica delle spiagge sono un’altra testimonianza dal centro della terra; che la fertilissima “Conca d’Oro” di Montefiascone è un’altra caldera collassata su se stessa…

E poi andremo avanti nel tempo, quando i Villanoviani percorrevano un tracciato circumlacuale oggi sommerso; quando gli Etruschi festeggiavano le loro misteriose divinità a Bisenzio e sull’isola Bisentina; quando i romani conquistarono e distrussero Velzna e costruirono la Via Cassia; quando Santa Cristina fu perseguitata dal suo stesso padre; Amalasunta si gettò dall’isola Martana dopo esservi stata imprigionata dal marito; quando un sacerdote boemo assistette al primo miracolo eucaristico e quando il Papa papa Urbano IV, insieme a San Tommaso D’Aquino, istituirono la festa del Corpus Domini…

Tante le storie che racconteremo in questi sei giorni di cammino

ma soprattutto ci godremo i laghi, il cielo sopra di noi e i sentieri sotto i nostri piedi.

Lago di Mezzano

This entry was posted in Blog, Storie and tagged , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.