Escursioni, visite guidate, esperienze in natura

Calendario novembre e dicembre 2017

L'autunno, con i suoi colori stupefacenti, è entrato nel vivo!

Cosa c'è di più bello che passeggiare nella natura che si prepara al lungo sonno dell'inverno, del fruscio delle foglie sotto i piedi... anche lo zaino sembra più leggero a camminare così. Approfittate delle nostre escursioni per immergervi nei panorami e nei profumi della Maremma in questa meravigliosa stagione.

Continuate a seguirci 😉

Tutte le attività di di Percorsi Etruschi sono condotte da guide professioniste associate ad Aigae e iscritte al Registro Italiano delle Guide Ambientali Escursionistiche – professione svolta ai sensi della legge 4/2013.

Prenota o chiedi info con una semplice email o telefonata:   info@percorsietruschi.it +39.327.4570748 / : +39.320.3149587

Sabato 25 novembre: L'anello della rupe di Orvieto

Un itinerario insolito per scoprire le bellezze dell’antica città stato etrusca e le sue fortificazioni medievali.

Il percorso si snoda, con saliscendi non impegnativi e panorami mozzafiato sui vigneti e le vallate circostanti. Parleremo di Orvieto e dei suoi tremila anni di storia, tra Etruschi, Medioevo e storia recente, ma anche delle impressionanti attività vulcaniche che crearono questa suggestiva rupe…
L’itinerario ci porterà anche all’interno della rupe, lungo camminamenti medievali, e per chi vuole fermarsi, un saluto al duomo – gioiello di arte gotica italiana.

Sabato 2 dicembre: Da Pitigliano a Sovana sulle tracce degli etruschi

sovana

Escursione da Pitigliano a Sovana, lungo un tracciato vecchio di millenni. Pitigliano, si erge sulle ripide vallate come un’isola sospesa sui boschi. Le case, che si fondono con la rupe, creano un labirinto di vicoli che andremo ad esplorare… Fino ad arrivare al limite estremo del paese, e da qui scendere fin dentro la rupe stessa, nelle vie cave, strade scavate nella roccia, vecchie di tre millenni.
Seguiremo questo percorso con panoramici saliscendi, quasi sempre all’interno delle strade etrusche, o nei boschi per arrivare fino a Sovana, una città stupefacente che ha conservato intatto il suo aspetto medievale.

  • informazioni
  • tutto il giorno, pranzo al sacco
  • mediamente impegnativa

Sabato 2 dicembre: Un mondo di arte e magia. Il giardino dei Tarocchi

Una visita insolita, carica di suggestioni, al Giardino dei Tarocchi di Niki de Saint Phalle.

giardino dei tarocchiUna esperienza guidata tra le enormi e coloratissime statue ispirate alle figure degli arcani maggiori dei tarocchi… la magia scaturisce dalle forme, dalle dimensioni e dai colori sgargianti delle sculture, ma molti sono i loro significati simbolici nascosti agli occhi dei visitatori disattenti.

Domenica 3 dicembre: Autunno al bosco delle Fate

Una giornata nei colori e nei profumi dell'autunno al Bosco monumentale del Sasseto, uno dei boschi più belli d'Italia

Camminando tra alberi secolari con tronchi dalla circonferenza impressionante, così nodosi e contorti da sembrare streghe immobilizzate da qualche incantesimo remoto… per scoprirlo con tutti i nostri sensi, e ogni punto di vista.

Ponte dell'Immacolata: Trekking dei Tufi Etruschi

Trekking delle città del tufo: Un viaggio itinerante di tre giorni per collegare le tre città del tufo, Pitigliano, Sovana e Sorano  in un percorso ricco di emozioni etrusche.

  • Ven 8 dicembre: Da Pitigliano a Sovana

    Pitigliano, una fortezza naturalmente difesa e imprendibile per i lunghi anni del Medioevo e Rinascimento in cui fu capitale della Contea degli Orsini. Unica via d’accesso, oltre la porta monumentale, un’antica porta etrusca – Porta Sovana. E’ da qui che noi usciremo, iniziando il nostro percorso tra vie cave, boschi e vigneti fino ad arrivare a Sovana.

    • mediamente impegnativo
  • Sab 9 dicembre: Da Sovana a Sorano

    Sovana, l’ultima città etrusca. Le numerose necropoli monumentali che la circondano, così come le tante vie cave  ci parlano di questo antichissimo passato. Arriveremo a Sorano percorrendo le strade etrusche, su e giù per le vallate, affacciandoci sui sorprendenti colombari.

    • mediamente impegnativo
  • Dom 10 dicembre: Da Sorano a Pitigliano
    Un percorso bucolico, verdeggiante, tra i rigogliosi vigneti che producono il Bianco di Pitigliano Doc e gli uliveti secolari. Ammireremo la ricchezza naturale di questa terra vulcanica, circondati da panorami incontaminati e improvvisi scorci su forre e torrenti.

    • mediamente impegnativo

 

  • Tre giorni (si potrà partecipare anche una sola delle tre giornate)

Domenica 10 dicembre: I segreti del Sacro Bosco di Bomarzo

Una visita guidata tra le sculture del Parco dei Mostri di Vicino Orsini. Passeggiando tra letteratura e alchimia, per cercare una nostra lettura dei giganti che popolano il Sacro Bosco.

Sabato 16 dicembre: Parco della Maremma, Cala di Forno

Una giornata immersi nel verde della pineta Granducale, con un percorso panoramico  che ci porterà ad attraversare i Monti dell'Uccellina fino al cuore segreto del Parco della Maremma: la spiaggia di Cala di Forno.

Sabato 16 dicembre: La caldera di Latera, il lago che non c’è più e il lago di Mezzano

lago di mezzano

Un percorso ad anello con arrivo e partenza a Latera, alla scoperta della geologia vulcanica di una delle piane più fertili dell’alta Tuscia, la caldera di Latera. Scopriremo angoli di insospettabile bellezza e interesse naturalistico, elementi di archeologia industriale, formazioni dai colori suggestivi e strade dall’inconfondibile odore solforoso, fino ad arrivare al lago di Mezzano

  • info
  •  Impegnativa
  • Tutto il giorno, pranzo al sacco

Domenica 17 dicembre: Nella selva dei Briganti

Trekking di una giornata nell'impenetrabile e affascinante Selva del Lamone.

Osserveremo alberi centenari che ci racconteranno il passare dei secoli che ha visto trasformare il terriorio. Gli antichi insediamenti, ancora visibili nel bosco, sono le tracce di uomini che traevano ispirazione dal vivere in natura alla stregua di un animale selvaggio che riconosce nella selva la propria casa. In tempi più recenti la Selva, posta sul confine nord dello Stato Pontificio, è stato il rifugio di briganti e malfattori che riuscivano facilmente a far perdere le proprie tracce tra la vegetazione intricata, trovando riparo nelle capanne dei carbonai.

Sabato 24 dicembre: Simbruini, la faggeta addormentata

Una Vigilia di Natale immersi nella natura dei monti Simbruini

Camminando tra i profumi e i silenzi dell'inverno, per passare una giornata wild insospettabile sulla Montagna a due passi Roma. Un anello alla ricerca delle tracce di vita addormentata nell’attesa del risveglio primaverile, un’attività fisica adatta a tutti, facile e divertente!

  • L'escursione è gratuita per i soci che rinnoveranno la tessera per il 2018 e per i nuovi soci
  • Tutto il giorno, pranzo al sacco
  • Adatto a tutti

Martedì 26 dicembre: La magia del bosco delle Fate

Una giornata nei colori e nei profumi dell'invern nel Bosco monumentale del Sasseto, uno dei boschi più belli d'Italia

Camminando tra alberi secolari con tronchi dalla circonferenza impressionante, così nodosi e contorti da sembrare streghe immobilizzate da qualche incantesimo remoto… per scoprirlo con tutti i nostri sensi, e ogni punto di vista.

  • Informazioni
  • L'escursione è gratuita per i soci che rinnoveranno la tessera per il 2018 e per i nuovi soci
  • Tutto il giorno, pranzo al sacco
  • Adatto a tutti

Mercoledì 27 dicembre: Sotto assedio. Viterbo nel Medioevo

Trekking cittadino attorno al circuito delle mura di Viterbo, per parlare della loro storia millenaria, di guerre, di papi e imperatori.

Un'escursione raccontata, per scoprire uno dei luoghi dove il Medioevo ha lasciato le testimonianze più affascinanti.

  • mezza giornata
  • adatta a tutti

Giovedì 28 dicembre: L'enigma della Sirena. Sovana etrusca e medievale

Una giornata a Sovana, dai demoni scavati nel tufo nelle necropoli etrusche alle simbologie cristiane del duomo di San Pietro.

Un percorso tra arte e magia, tra etruschi e medioevo, tra demoni pagani e cavalieri cristiani pronti a combatterli, nella cornice di uno dei borghi più belli d'Italia, rimasto immutato nei secoli.

Venerdì 29 dicembre: La Cartagine della Maremma, Castro

Le Rovine di Castro

La Cartagine della Maremma: sorta dal nulla su quello che era un povero villaggio di zingari, Castro divenne nel Rinascimento la capitale del piccolo e ricchissimo ducato Farnesiano, per poi venir distrutta sotto le bombe di Papa Innocenzo X poco più di un secolo dopo la sua rinascita.

Oggi rimane una delle escursioni più suggestive e ricche, la natura nasconde i resti delle opere dell'uomo. Gli affreschi, i pavimenti e le mura tornano in luce in autunno, quando le rigogliose foglie che le ricoprono iniziano a cadere... rivelando ciò che rimane di una città perfetta.

Sabato 30 dicembre: Dove la Storia incontra la Natura

Un'intera giornata per scoprire le meraviglie di Vulci, il parco archeologico naturalistico dove la Storia si mescola alla bellezza della Maremma... 

Passeremo la mattina tra le rovine della più importante città stato etrusca, per scoprire qualcosa di più su questo popolo misterioso insieme alle nostre guide ambientali. E dopo l'immersione nella Storia, con un percorso che ci poterà nel cuore dell'area naturalistica del Parco per godere a pieno dei meravigliosi panorami della Maremma.

Domenica 31 dicembre: Capo d'Uomo, tra pirati e corsari

Una torre isolata, a picco sul mare color cobalto, tra rocce bianchissime e profumi di macchia.

Difende la costa da Corsari e Pirati che per oltre 500 anni hanno battuto la costa. In bilico tra racconti e mare, ascolteremo le pietre della torre di Capo d'Uomo raccontarci del leggendario Khayar al-Dyn, il Barbarossa, che rapì la bella Marsilia per farne la favorita dell'harem del sultano Solimano il Magnifico.

Lunedì 1 gennaio: Capodanno tra le Torri del Parco della Maremma

Un primo dell'anno in natura.

Escursione delle Torri al parco dell'Uccellina, un giorno tra spiaggia, boschi e panorami mozzafiato.

Seguendo le antiche torri di avvistamento dei Saraceni scopriremo la natura del parco, in un'escursione non impegnativa. Siate pronti ad immergervi nei profumi della macchia mediterranea e godervi la bellezza del mar Tirreno da affacci privilegiati e inediti.

  • Tutto il giorno, pranzo al sacco
  • Adatta a tutti

Martedì 2 gennaio: Una giornata sulle orme dei monaci eremiti

Le ripide pareti di tufo che circondano il fiume Fiora e l’Olpeta nascondono degli eremi scavati nel Medioevo, accessibili solo a chi sa come trovarli…

Una facile passeggiata lungo il fiume Olpeta ci porta al cospetto di una parete di roccia verticale, sulla quale, tra la vegetazione fitta di rovi, fichi e bagolari si apre,come sospeso nel nulla, l'eremo di Ripatonna Cicognina. Scendendo poi nella valle della Fiora, lungo un sentiero nel bosco che costeggia il fiume, arriveremo all'anfiteatro naturale sul quale si affaccia, immutato nei secoli, l'eremo di Poggio Conte.

Mercoledì 3 gennaio: Sorano, la città sospesa

Percorreremo le vie dello splendido borgo, dominato dallo straordinario Masso Leopoldino e dall’imponente Fortezza Orsini, ricostruendo la storia di un luogo abitato fin dal neolitico.

Ci inoltreremo nelle vie cave scavate nel tufo, dove troveremo intatta l’eredità del popolo etrusco lunga duemila anni; qui vegetazione e tracce di animali ci racconteranno un luogo lontano dal caos della vita moderna dove il tempo sembrerà scorrere all’indietro fino all’epoca in cui queste vie erano frequentate dagli Etruschi alla ricerca del giusto percorso per arrivare verso l’illuminazione della morte.

Giovedì 4 gennaio: Le case nella roccia. Corviano

Le mozzafiato finestre che affacciano sul vuoto delle antiche abitazioni rupestri scavate nelle pareti a picco sulle forre; il verde delle ripidissime vallate sottostanti, il grigio della roccia vulcanica, il peperino, che caratterizza tutta questa parte di Tuscia; le vestigia di un antico castello, i resti di una chiesa, una necropoli con sepolture antropomorfe. Questi sono gli elementi che renderanno unica questa giornata al Monumento Naturale di Corviano.
  • mezza giornata
  • adatta a tutti

Venerdì 5 gennaio: Vitozza, la città perduta

Mezza giornata tra le rovine della città perduta della Maremma: Vitozza, tra case-grotta e antichi ruderi.

Una passeggiata di notevole interesse storico e naturalistico tra i resti dell’insediamento rupestre di Vitozza, a due passi dal piccolo centro di San Quirico di Sorano. Passeggiando nel bosco che ormai ha preso il posto del borgo, è possibile osservare i ruderi del castello, arrampicandosi su quel che rimane delle imponenti mura fortificate, o passeggiare all'interno di una chiesa, la cui navata centrale è ormai il cielo aperto...

Sabato 6 gennaio: Il bosco delle Fate nel cuore dell'inverno

Camminando nei silenzi dell'inverno, sui sentieri fatati del Bosco del Sasseto, scopriremo paesaggi ricchi di magia, dove perderci per riscoprirci un po' bambini.

Bosco del Sasseto

Esploreremo questa foresta incantata, con i suoi alberi monumentali nodosi e contorti, i giganteschi sassi ricoperti di muschi profumati, camminando lungo sentieri fino alla Tomba del Marchese Cahen. Una giornata nel bosco, per scoprirlo con tutti i nostri sensi, e ogni punto di vista.

Domenica 7 gennaio: Da Pitigliano a Sovana sulle tracce degli etruschi

Escursione da Pitigliano a Sovana, lungo un tracciato vecchio di millenni. Pitigliano, si erge sulle ripide vallate come un’isola sospesa sui boschi. Le case, che si fondono con la rupe, creano un labirinto di vicoli che andremo ad esplorare… Fino ad arrivare al limite estremo del paese, e da qui scendere fin dentro la rupe stessa, nelle vie cave, strade scavate nella roccia, vecchie di tre millenni.
Seguiremo questo percorso con panoramici saliscendi, quasi sempre all’interno delle strade etrusche, o nei boschi per arrivare fino a Sovana, una città stupefacente che ha conservato intatto il suo aspetto medievale.

  • informazioni
  • tutto il giorno, pranzo al sacco
  • mediamente impegnativa

Sabato 13 gennaio: Un mondo di arte e magia. Il giardino dei Tarocchi

Una visita insolita, carica di suggestioni, al Giardino dei Tarocchi di Niki de Saint Phalle.

Una esperienza guidata tra le enormi e coloratissime statue ispirate alle figure degli arcani maggiori dei tarocchi… la magia scaturisce dalle forme, dalle dimensioni e dai colori sgargianti delle sculture, ma molti sono i loro significati simbolici nascosti agli occhi dei visitatori disattenti.

Domenica 14 gennaio: Bomarzo e i suoi misteri

Alla scoperta dei misteri celati tra i boschi di Bomarzo e Soriano: la Piramide Etrusca e Santa Ceciliapiramide etrusca

Bomarzo, celebre per il Parco dei Mostri, è un luogo ricco di incanti e suggestioni anche fuori dal recinto del Bosco rinascimentale. Lungo le pendici vulcaniche, a strapiombo sulla valle del Rio, scopriremo antichi luoghi sacri, carichi di misteri non ancora svelati...

  • informazioni
  • tutto il giorno, pranzo al sacco
  • leggermente impegnativo

Lunedì 15 gennaio: Soli nel Bosco

Un lunedì inusuale, immersi nella natura in solitudine.Una passeggiata tra gli alberi, con la sensazione di essere soli nel bosco: solamente il cinguettio di decine di uccelli ad accompagnare il suono dei passi sulle foglie...
Cosa c'è di meglio per assaporare l'autunno in questo luogo meraviglioso?

Chi ci segue in un lunedì in natura?

  • Tutto il giorno, pranzo al sacco
  • Adatto a tutti
  • info

...continua

Le guide di Percorsi Etruschi non si fermano mai!

A breve pubblicheremo anche il calendario di gennaio e febbraio: Argentario, lago di Bolsena, Città dei tufi etruschi, Orvieto e molto altro!

Info e prenotazioni

Primavera 
Per altri dettagli sul programma e per la prenotazione (necessaria, da effettuarsi al più tardi due giorni prima dell'attività) contattare Percorsi Etruschi di Percorsi a.s.d
 327.4570748, 320.3149587 info@percorsietruschi.it


Non te la senti di guidare?
Vuoi aiutare l'ambiente?
Vuoi affrontare il percorso in compagnia?

Organizziamo gruppi di auto per chi parte da Viterbo o Roma, sia per le escursioni in Tuscia e Maremma che per le attività sui Simbruini.
Chiamaci per informazioni!

 

Iscriviti alla nostra mailing list

* indicates required

View previous campaigns.

Le guide della nostra associazione sono iscritte ad AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche), guide di professione da molti anni iscritte al Registro Italiano delle Guide Ambientai Escursionistiche  – professione svolta ai sensi della legge 4/2013.
Luca Berchicci LA 146 - Daniela Pesce VA019 - Elena Ronca LA261

 

 

 

     

Comments are closed.