Percorsi Etruschi

Valentano, tra laghi e vulcani

 

Possiamo passare una mezza giornata a Valentano, visitando il Museo della Preistoria della Tuscia e della Rocca Farnese, o scendere con un trekking non impegnativo nella caldera di Latera.

Valentano è situata in una splendida posizione, sul crinale di due conche crateriche con vista del lago di Bolsena e dell’isola Bisentina da un lato, dall’altro del vasto invaso del cratere di

Valentano, che alterna i colori del terreno, dal verde al biondo e al bruno, a secondo delle colture e delle stagioni.
In fondo si scorge Latera, quindi i profili del Monte Amiata e del Monte Labro.
La cave sono squarci di lapllo rosso, verdastro e nero e nella piana si trovano vene di zolfo.
Il territorio di Valentano è stato abitato dall’uomo fin dalla preistoria, ma il primo documento che attesta con certezza l’esistenza di Valentano risale all’anno 813. Al centro dell’abitato sorgeva un grande albero, sotto il quale, secondo l’antico uso, si riuniva il consiglio della comunità: lo stemma di Valentano ne tramanda la memoria.
[tratto da Sofia Varoli Piazza, Paesaggi e Giardini della Tuscia]

 

StagioneSempre
Attrezzatura Scarpe con suola sagomata,  acqua, cappello, zaino
Difficoltà
Durata mezza giornata
Contatti info@percorsietruschi.it +39.327.4570748 / +39.320.3149587

Prenota ora la tua escursione personalizzata

Tutte le attività di di Percorsi Etruschi sono condotte da guide associate ad Aigae e iscritte al Registro Italiano delle Guide Ambientali Escursionistiche – professione svolta ai sensi della legge 4/2013.