Percorsi Etruschi

Misteri etruschi. La necropoli di San Giuliano

Quasi mille anni di storia nella necropoli etrusca di San Giuliano: un viaggio indietro nel tempo per scoprire questa antichissima civiltà.

Una giornata nello stupendo parco archeologico e naturalistico di Barbarano Romano, le cui pareti di tufo nascondono centinaia di tombe, scavate nell’arco di moltissimi secoli.

Parco Marturanum

Il Parco Marturanum situato nel comune di Barbarano Romano, uno dei borghi più belli della Tuscia. Il parco suburbano conserva l’eredità etrusca inserita in un contesto naturale che ripercorre la storia vulcanica del territorio. Nella Necropoli rupestre di San Giuliano scopriremo la magia del popolo etrusco inserito all’interno di un ambiente incontaminato. In un ecosistema ricco di piante secolari e vegetazione ripariale visiteremo una necropoli etrusca  sorprendente.

Un’esperienza unica per leggere la storia di questa popolazione, e capire come i riti funebri sono cambiati nei secoli al cambiare delle condizioni economiche, politiche, commerciali e culturali dell’Etruria.

Parco marturanum

Nel corso dei settecento anni in cui gli Etruschi hanno vissuto nell’area tra le odierne Barbarano Romano e Blera, la loro civiltà si è evoluta ed è cambiata innumerevoli volte.
Da una società tribale e contadina lentamente si sono trasformati in una delle culture più all’avanguardia e più ricche di tutta Italia, con commerci che seguivano le vie dei grandi fiumi per arrivare al mare e toccare tutti i principali porti del Mediterraneo.
La loro espansione subì un fatale colpo d’arresto con le vittorie greche nelle battaglie navali, e gli Etruschi si ritirarono nuovamente all’interno, con una ricchezza che tornò a fondarsi sull’agricoltura e con reti politiche e sociali completamente modificate.
Questi cambiamenti si riflettono non solo sulla vita, ma anche sulla morte. Ed è soprattutto grazie alle monumentali opere funerarie che noi, che viviamo due millenni più tardi, possiamo capire questi complessi meccanismi sociali.
Al di fuori delle grandi città-stato come Vulci o Cerveteri, pochi sono i centri che sono stati abitati con continuità per tutto il periodo etrusco, e poche sono le necropoli che possono testimoniarci tutte queste evoluzioni e involuzioni.
Nel Parco Marturanum troveremo alcuni degli esempi più suggestivi della ricchissima varietà di tombe,
ricavate nelle alte pareti delle forre, realizzate su terrazzi e riunite in necropoli molto estese.
Le tombe hanno spesso una facciata imponente, ma la tipologia varia a seconda del periodo o del luogo: troviamo qui tumuli, tombe a dado, falso dado.
Questi siti sono stati occupati già nell’età del bronzo, per cui è possibile osservare l’evoluzione della tipologia tombale nell’arco di moltissimi secoli, passando dalle tombe a pozzetto e a fossa dell’ottavo secolo per i tumuli mnumentali del settimo, le tombe a dado organizzate secondo un chiaro piano regolatore del sesto… e così via, leggendo le evoluzioni della città e dell’Etruria in base ai cambiamenti delle tombe.
Settecento anni di storia in un solo luogo, immerso nel verde della natura che ne ha ripreso il possesso.

Informazioni
StagioneAutunnoInvernoPrimavera
Attrezzatura Scarpe con suola sagomata,  acqua, cappello, zaino
Difficoltà FacileMedio
Durata tutto il giorno, pranzo al sacco oppure mezza giornata
Contatti info@percorsietruschi.it +39.327.4570748 / : +39.320.3149587

Tutte le attività di di Percorsi Etruschi sono condotte da guide associate ad Aigae e iscritte al Registro Italiano delle Guide Ambientali Escursionistiche – professione svolta ai sensi della legge 4/2013.

Scheda su Parchi Lazio, il sito del sistema delle aree protette del Lazio

Scheda su Parks.it, il portale dei Parchi italiani

La visita alla necropoli di San Giuliano viene periodicamente calendarizzata nei mesi autunnali e primaverili, ma viene effettuata anche su richiesta.

Prenota ora la tua escursione personalizzata