Trekking dei tufi etruschi

Trekking dei Tufi Etruschi: Un viaggio escursionistico di tre giorni per collegare le tre città del tufo, in un percorso ricco di emozioni. Una vera immersione nel territorio alla ricerca delle tracce nascoste della civiltà Etrusca.

Tra vie cave, vigneti, altopiani vulcanici e ripide forre per tre giorni immersi nelle terre dei Tufi Etruschi: Pitigliano, Sovana e Sorano.

Trekking a stella con base fissa 

Trekking dei tufi etruschi
Attrezzatura Scarpe da trekking, zainetto giornaliero, borraccia, abbigliamento adeguato.
Difficoltà per l'intero Trekking

 

  •  1° giorno:  Pitigliano – Sovana

Pitigliano, sorta su una lingua di tufo, isolata da rupi su tre lati. Una fortezza naturalmente difesa e imprendibile per i lunghi anni del Medioevo e Rinascimento in cui fu capitale della piccola ma potente Contea degli Orsini. Unica via d’accesso oltre la porta monumentale, un’antica porta etrusca – Porta Sovana. E’ da qui che noi usciremo, iniziando il nostro percorso tra vie cave, boschi e vigneti, dentro e fuori gli antichi percorsi etruschi, fino ad arrivare a Sovana.

Difficoltà:

  • 2° giorno:   Sovana – Sorano

Sovana, l’ultima città d’Etruria a mantenere le sue antiche tradizioni in un mondo che pian  piano si andava romanizzando. Le numerose e celeberrime necropoli monumentali che la circondano, così come le tante vie cave (set di molti film) ci parlano di questo antichissimo passato. Percorrendo le strade etrusche, su e giù per le vallate, affacciandoci sui sorprendenti colombari, arriveremo fino a Sorano lungo la lunga via cava di San Rocco, una delle più suggestive della Toscana.

 Difficoltà:

  • 3° giorno: Sorano – Pitigliano

Un percorso bucolico, verdeggiante, tra i rigogliosi vigneti che producono il Bianco di Pitigliano Doc e gli uliveti secolari. Ammireremo la ricchezza naturale di questa terra vulcanica, circondati da panorami incontaminati e improvvisi scorci su forre e torrenti.
Difficoltà:

 

This entry was posted in Cammini and tagged , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.