Radio Cusano Campus | Percorsi etruschi (Daniela, Aigae): “Camminare è un’esperienza per tutti”

02 marzo 2018

Intervista a Daniela Pesce per Radio Cusano Campus

Percorsi etruschi (Daniela, Aigae): “Camminare è un’esperienza per tutti”

Percorsi etruschi è un’equipe di guide ambientali turistiche, educatori e istruttori sportivi, e offre l’opportunità agli iscritti di scegliere escursioni soft, di terra, di mare o in montagna. Tra le molteplici possibilità, con Percorsi etruschi è possibile pensare ad uscite di famiglia, coi bambini. Ne abbiamo parlato a #genitorisidiventa, su Radio Cusano Campus, con Daniela che ha subito affermato: “Lavoriamo perché le attività possano essere condivise da genitori e bambini. Tutte le iniziative in natura vengono pensate per tutti, e non come attività sportive per alcuni e rappresentano un momento di condivisione forte.”

Le molteplici esperienze in natura

Il bello degli ambienti naturali è che per ogni stagione esiste l’attività giusta da praticare, non solo. Per alcune di queste attività è possibile “accedere anche senza nessuna preparazione. Non è dove si va, ma come si va, che fa la differenza; non è il posto, ma ciò che si fa nel posto, che caratterizza le esperienze che si fanno. Si pensa alla natura come ad un luogo dove è possibile soltanto camminare, invece per ogni stagione esiste una diversa attività”, ha aggiunto Daniela.

Percorsi etruschi: cosa fare in questo periodo dell’anno?

“In questo periodo dell’anno è giusto camminare a picco sul mare, nel Parco dell’Uccellina o in boschi particolari visitabili durante tutto l’anno, tranne l’estate. Altre esperienze sono le Vie Cave degli Etruschi. Domenica, per esempio, abbiamo in programma un’escursione al Parco dell’Uccellina e nel bosco del Sasseto. Qui portiamo bimbi dai 0 ai 5 anni e condividiamo con loro un bosco fatato e unico. Per partecipare a questa attività bisogna avere un minimo di preparazione.”

Trekking soft per bimbi

Quanto alle attività per i figli è possibile individuare “i trekking soft tra i paesi dei tufi, in toscana, condotti lentamente.”

Uscire a far trekking significa…

“Riacquistare contatto con gli spazi naturali, i genitori sono costretti a vivere la vita di tutti i giorni in contesti artificiali. Una giornata a contatto con la natura fa sentire tutti meglio.”

L’Italia, da Nord a Sud

Percorsi etruschi: tutte le regioni italiane si prestano ad attività di trekking, “l’importante è spostarsi con persone preparate e sicure. Le nostre guide sono tutte assicurate, questo è garanzia di professionalità. Lavoriamo in molte regioni: abbiamo anche un marchio valdostano e un altro che si occupa del mare e dei percorsi marini”, ha concluso la guida Aigae.

Ascolta qui l’intervista integrale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.