Il bosco e la villa: Villa Lante, un’ideale fatto giardino

Villa Lante è l’esempio più completo e perfetto dell’idea di Giardino Rinascimentale. Riflette il razionalismo dell’epoca, affermando il dominio dell’uomo sulla natura. Qui nulla è casuale…


Vi proponiamo però anche la foto di una fontana che non si trova all’interno della Villa ma nel parco circostante: perché è così importante però?

Il giardino nasce dal paesaggio e continua a farne parte, e l’arte è creata da elementi paesaggistici. È circondata da un parco che appare disordinato ma in realtà è governato per la raccolta dell’acqua e, nei tempi passati, della legna ed era il barco di caccia del cardinale e dei suoi ospiti. Questo bosco è il regno del leccio, con piante secolari e arbusti più giovani. Il leccio però non ama molto gli ambienti ricchi d’acqua, lo vediamo quasi sempre in luoghi asciutti e aridi e molto caldi… e quindi? Che ci fa qui? Probabilmente i lecci più antichi sono stati piantati, sia per creare un ambiente adatto alla caccia che per esaltare la perfezione formale del giardino italiano.
Perché Villa Lante nasce nel bosco, richiamando la natura selvaggia della creazione, e poi piano piano si addomestica: i terrazzamenti modificano il pendio, le piante spontanee si uniscono a quelle coltivate, l’acqua è incanalata in fontane sempre più regolari e infine anche la pietra è domata.
Visita Villa Lante con una delle nostre Guide Turistiche abilitate!