Cosa sono le “polpette di mare”?

Vi siete mai chiesti cosa sono quelle strane polpette vegetali che si trovano sulla spiaggia dopo una bella mareggiata?


No, non sono polpette (anche se da piccoli tutti abbiamo pensato che lo fossero!), e se le avete rotte vi sarete accorti che non sono nemmeno frutti o semi, perché sono composte di fibre vegetali e sabbia.
Ebbene, sappiate che hanno un nome, ed è EGAGROPILO! Sono i residui fibrosi di piante di Posidonia e Zostera che si accumulano sui litorali.
La formazione degli egagropili è frutto dello sfilacciamento dei residui fogliari fibrosi che circondano la radice della pianta (perché lo sapevate che la Posidonia è una pianta e non un’alga, vero?!) compattate a causa della risacca.

Leggi tutte le altre storie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.