MaremmEmotion: Agriturismo Peretti

Oggi siamo ospiti di Andrea, dell‘Agriturismo Peretti – siamo a metà nel nostro viaggio tra le strutture e aziende agricole che hanno aderito a MaremmEmotion regalando le escursioni di Percorsi Etruschi.

Andrea, Silvia e Giacomo dell’Agriturismo Peretti

Andrea ci racconta con orgoglio dell’idea che ha dato origine alla sua azienda agricola, condivisa inizialmente con il padre e il fratello e poi portata avanti con Silvia, sua moglie. Come in molti altri casi,
l’agriturismo nasce negli anni ’90 come sostegno per l’azienda agricola, per poi crescere poco per volta e diventare la bella realtà che è oggi, portata avanti con passione ed entusiasmo. Le camere e gli appartamenti, recentemente ristrutturati, sono immersi nel verde, circondati da un profumatissimo giardino mediterraneo e lo sguardo si perde sugli uliveti che producono olio biologico.
Il casale è molto antico, cinquecentesco almeno. Chiediamo ad Andrea da dove viene il nome dell’agriturismo e sorpreso ci chiede: “ma come, non conoscete la storia di Bartolomeo Peretti, l’eroe di Talamone?”
E, con fare da perfetto narratore, ci raconta la storia dell’Ammiraglio Bartolomeo Peretti.
Nato nel 1504, fin da giovane si distinse per imprese valorose intraprese contro i pirati barbareschi che all’epoca devastavano le coste dell’Argentario. A soli 34 anni divenne capitano della flotta pontificia, e la sua fama crebbe fino a toccare tutte le coste del Mediterraneo quando, nel 1543, riuscì a sconfiggere con tre sole galee il temibile pirata Khair ad Din, detto il Barbarossa – l’uomo che aveva rapito la Bella Marsilia portandola al sultano turco Solimano il Magnifico. In seguito a queste gesta fu insignito del prestigiosissimo titolo di Ammiraglio dello Stato Pontificio.
E questo casale, che sempre ne ha mantenuto il nome, è proprio il casale dell’eroe di Talamone…

Agriturismo Peretti

 

camere;appartamenti ;Ammessi cani e animali di piccola taglia;Vendita diretta prodotti dell'azienda;Alternative vegetariane su richiesta

Scoprite di più cliccando su MaremmEmotion

This entry was posted in Blog and tagged . Bookmark the permalink.

Comments are closed.