Anteprima settembre & ottobre

Cammini d’Autunno

Mentre l’estate continua, e il calendario di attività in acqua rimane invariato fino al 10 settembre, iniziamo a segnalarvi gli appuntamenti per i prossimi due mesi.

Riprenderemo le camminate per boschi e luoghi etruschi, spostandoci più di frequente anche verso l’Uccellina e l’Argentario.

 

Scampoli d’estate

Mercoledì 30 agosto: Divertimento, storia e natura
Le rovine di Cosa e la duna Feniglia
Escursione guidata tra le rovine dell’antica colonia romana e bagno nel limpido mare della Feniglia
ore 10.00, tutto il giorno

Venerdì 1 settembre: Divertimento, storia e natura
Insolita Vulci
Visita storico naturalistica della città etrusco romana di Vulci: storia, natura e una sosta al lago
ore 10.00, tutto il giorno

Sabato 02 settebre – Trekking nelle città del tufo
Tra vie cave e città etrusche
ore 10.00 Pitigliano e i misteri delle vie cave
ore 17.00 Sorano, la città sospesa

Domenica 3 settembre: Passeggiando per borghi
Pitigliano, la rupe e il borgo medievale
Ore 10.00 e 17.00 passeggiata per i labirintici vicoli del borgo medievale

 

Mercoledì 6 settembre: Divertimento, storia e natura
Le rovine di Cosa e la duna Feniglia
Escursione guidata tra le rovine dell’antica colonia romana e bagno nel limpido mare della Feniglia
ore 10.00, tutto il giorno

Venerdì 8 settembre: Divertimento, storia e natura
Insolita Vulci
Visita storico naturalistica della città etrusco romana di Vulci: storia, natura e una sosta al lago
ore 10.00, tutto il giorno

Sabato 9 settembre: Trekking tra mare e cielo
Escursioni a picco sull’azzurro mare dell’Argentario
ore 10.00 Capo d’Uomo tra pirati e corsari
ore 17.00 Porto Ercole e le fortezze spagnole

Domenica 10 settembre:Passeggiando per borghi
Da Velzna a Orvieto
ore 10.00 La necropoli etrusca del Crocifisso di Tufo
ore 17.00 il Duomo e il centro storico

Sabato 16 settembre: Nella selva del Lamone

Trekking di una giornata nell'impenetrabile e affascinante Selva del Lamone.

Osserveremo alberi centenari che ci racconteranno il passare dei secoli e le trasformazioni del territorio. Gli antichi insediamenti, ancora visibili nel bosco, sono le tracce di uomini che traevano ispirazione dal vivere in natura alla stregua di un animale che riconosce nella selva la propria casa. In tempi più recenti la Selva, posta sul confine nord dello Stato Pontificio, è stato il rifugio di briganti e malfattori che riuscivano facilmente a far perdere le proprie tracce tra la vegetazione intricata, trovando riparo nelle capanne dei carbonai.

Domenica 17 settembre: Una giornata sulle orme dei monaci eremiti

Le ripide pareti di tufo che circondano il fiume Fiora e l’Olpeta nascondono degli eremi scavati nel Medioevo, accessibili solo a chi sa come trovarli…

Una facile passeggiata lungo il fiume Olpeta ci porta al cospetto di una parete di roccia verticale, sulla quale, tra la vegetazione fitta di rovi, fichi e bagolari si apre,come sospeso nel nulla, l'eremo di Ripatonna Cicognina. Scendendo poi nella valle della Fiora, lungo un sentiero nel bosco che costeggia il fiume, arriveremo all'anfiteatro naturale sul quale si affaccia, immutato nei secoli, l'eremo di Poggio Conte.

Sabato 23 settembre: Magliano: tra mura e alberi millenari

Un viaggio nel tempo e nel territorio con i passi di un gigante… guidati da un Narratore del Territorio

Di mille anni in mille anni, a Magliano i passi si fanno solo con questo ordine di grandezza: più di 1000 anni hanno le mura bianchissime che cingono l’antico borgo, da cui si ammira l’intera vallata abitata oltre 2500 anni fa dagli Etruschi. Più di 2500 anni ha il Disco di Magliano, uno dei testi più lunghi mai ritrovato in lingua etrusca. Più di 3000 anni conta l’olivo della Strega, incredibile monumento vegetale nascosto nel modesto giardino oliveto dietro la piccola Chiesa della Santissima Annunziata. 

Domenica 24 settembre: Sorano, la piccola Cappadocia

Sorano, città sospesa come un'isola, a picco sulla valle del Lente, circondata da rupi, boschi e misteri etruschi

Percorreremo le vie dello splendido borgo, dominato dallo straordinario Masso Leopoldino e dall’imponente Fortezza Orsini, ricostruendo la storia di un luogo abitato fin dal neolitico; ci inoltreremo nelle vie cave scavate nel tufo, dove troveremo intatta l’eredità del popolo etrusco lunga duemila anni 

Sabato 30 settembre: Le fortezze sospese sul mare.

Trekking dei forti spagnoli a picco sul mare dell'Argentario.
Un'ascesa panoramica alle fortezze che difesero lo Stato dei Presidi, incastonati nella roccia del Monte Argentario, da cui si gode una vista mozzafiato sul mare, il porto turistico e il borgo di Porto Ercole.

Domenica 1 Ottobre: Autunno al bosco delle Fate

Bosco del Sasseto

Un'escursione alla scoperta dei colori del bosco del Sasseto, un bosco unico al mondo,   che si prepara a indossare le vesti dell'autunno.
Camminando tra alberi secolari con tronchi dalla circonferenza impressionante, così nodosi e contorti da sembrare streghe immobilizzate da qualche incantesimo remoto… per scoprirlo con tutti i nostri sensi, e ogni punto di vista.

 

Sabato 7 Ottobre: I misteri delle vie cave: Pitigliano

Una giornata a ritroso nel tempo, dallo straordinario borgo medievale e seguendo poi le tracce degli etruschi fin dentro il cuore della terra,  nelle incredibili vie cave, percorsi scavati a mano nella roccia tra le città dei vivi e quelle dei morti, dal popolo più evoluto e misterioso che abbia abitato l’Italia.

Domenica 8 ottobre: Vulci la grande: la natura e la storia

Uno straordinario viaggio nell’ultima città etrusca, ricca e potente città di oltre 2500 anni fa. 
 Ora la natura si è ripresa gli spazi una volta occupati dalla più ricca, colta e raffinata cultura che l’Italia abbia mai conosciuto.
Ci accoglieranno il fiume Fiora, che al lago Pellicone è stato location di molti film famosi, i verdissimi pascoli di vacche e cavalli maremmani, antiche strade di basolato romano e tombe etrusche… tutto all’intero di un’area protetta di altissimo valore naturalistico.  

Domenica 8 ottobre: L'abbazia di San Rabano, nel cuore della Maremma

Escursione nel Parco della Maremma, sui sentieri nel bosco verso l'abbazia di San Rabano.

Attraverso un tracciato nella pineta, con improvvisi scorci mozzafiato sul territorio circostante, ci immergeremo nel cuore dei monti dell'Uccellina. Saliremo fino alle imponenti rovine del monastero medievale di Santa Maria Alborense (il nome originario di San Rabano), da dove godremo di uno dei panorami più belli che la Maremma possa offrire.

  •  Impegnativa
  • Tutto il giorno, pranzo al sacco

Sabato 14 ottobre: Le Torri al Parco della Maremma

Escursione delle Torri sui monti dell'Uccellina, un giorno tra spiaggia, boschi e panorami mozzafiato nel parco della Maremma

Seguendo le antiche torri di avvistamento dei Saraceni scopriremo la natura del parco, in un'escursione non impegnativa. Siate pronti ad immergervi nei profumi della macchia mediterranea e godervi la bellezza del mar Tirreno da affacci privilegiati e inediti.

  • Tutto il giorno, pranzo al sacco
  • Adatta a tutti

Domenica 15 Ottobre: Da Pitigliano a Sovana sulle tracce degli etruschi

Escursione da Pitigliano a Sovana, lungo un tracciato vecchio di millenni. Pitigliano, si erge sulle ripide vallate come un’isola sospesa sui boschi. Le case, che si fondono con la rupe, creano un labirinto di vicoli che andremo ad esplorare… Fino ad arrivare al limite estremo del paese, e da qui scendere fin dentro la rupe stessa, nelle vie cave, strade scavate nella roccia, vecchie di tre millenni.
Seguiremo questo percorso con panoramici saliscendi, quasi sempre all’interno delle strade etrusche, o nei boschi per arrivare fino a Sovana, una città stupefacente che ha conservato intatto il suo aspetto medievale.

  • informazioni
  • tutto il giorno, pranzo al sacco
  • mediamente impegnativa

Sabato 21 Ottobre: L’antica città di Cosa

La storia ha scritto gli avvenimenti della città, ora la Natura si è ripresa il territorio abbandonato.

Uno straordinario viaggio nel tempo, quando Roma stava diventando la più grande potenza del mondo e fondò questa città. Un percorso tra Storia e Natura lungo 2500 anni. Un luogo unico, caratterizzato dai panorami incredibili sull’Argentario e da racconti misteriosi: la Casa dello scheletro, l’antico sacrario etrusco ancora sepolto sotto i resti del tempio, il tesoro in monete nascosto nella fuga…

Domenica 22 ottobre: Capo d’Uomo, Tra pirati e corsari

Una torre isolata, a picco sul mare color cobalto, tra rocce bianchissime e profumi di macchia.

Difende la costa da Corsari e Pirati che per oltre 500 anni hanno battuto la costa. In bilico tra racconti e mare, ascolteremo le pietre della torre di Capo d’Uomo raccontarci del leggendario Khayar al-Dyn, il Barbarossa, che rapì la bella Marsilia per farne la favorita dell’harem del sultano Solimano il Magnifico.

Domenica 22 ottobre: I segreti di Bomarzo

la piramide etrusca di bomarzo

Alla scoperta dei misteri celati tra i boschi di Bomarzo e Soriano: la Piramide Etrusca, Santa Cecilia, le cascatelle di Pasolini.

Bomarzo, celebre per il Parco dei Mostri, è un luogo ricco di incanti e suggestioni anche fuori dal recinto del Bosco rinascimentale. Lungo le pendici vulcaniche, a strapiombo sulla valle del Rio, scopriremo antichi luoghi sacri, carichi di misteri non ancora svelati...

  • informazioni
  • tutto il giorno, pranzo al sacco
  • leggermente impegnativo

Domenica 29 ottobre: Vitozza, la città perduta

Vitozza

Mezza giornata tra le rovine della città perduta della Maremma: Vitozza, tra case-grotta e antichi ruderi.
Una passeggiata di notevole interesse storico e naturalistico tra i resti dell’insediamento rupestre di Vitozza, a due passi dal piccolo centro di San Quirico di Sorano. Passeggiando nel bosco che ormai ha preso il posto del borgo, è possibile osservare i ruderi del castello, arrampicandosi su quel che rimane delle imponenti mura fortificate, o passeggiare all'interno di una chiesa, la cui navata centrale è ormai il cielo aperto...

This entry was posted in Blog and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.