Escursioni di Natale 20/21

💡 Ci avete chiamato e scritto in diversi, e la risposta è SI’ durante il periodo delle vacanze di natale faremo escursioni!

🍂
Ovviamente continueremo sempre a tenere conto di tante cose:

🐾 piccoli gruppi, una quindicina di persone
🍃 percorsi ariosi, boscosi dove possiamo camminare in sicurezza a debita distanza uno dall’altro
🏹 sempre attenzione ad evitare le zone e i giorni di caccia
🎡 se i parchi archeologici saranno ancora interdetti andremo in aree archeologiche non sottoposte alle chiusure del MIBACT
☀️ ci sposteremo tra le regioni in base alle nuove regole del DPCM
✏️ il calendario potrà subire modifiche per adattarsi a tutte le regole scritte sopra!

A presto con le prossime date. E ricordate…
🎄 potrete come sempre regalare una delle nostre attività!

Campagna soci 2021 -10 escursioni gratuite a dicembre e gnnaio

Come ogni anno torna la nostra campagna di tesseramento soci!
10 escursioni gratuite a partire da domenica 29 novembre

Come ogni anno tornano le escursioni gratuite per i soci che rinnoveranno l’iscrizione alla nostra associazione Percorsi ASD e per i nuovi tesserati.

Percorsi è un’associazione sportivo dilettantistica attiva in Tuscia e Maremma con il marchio Percorsi Etruschi e in Val d’Aosta con Percorsi Alpini.

Associarsi significa poter essere parte di una realtà ricca e diversificata, che propone iniziative lungo tutto l’arco dell’anno.
Significa far parte di un gruppo che condivide le tue stesse passioni. Significa avere una garanzia di qualità, con guide qualificate ed esperte che ti accompagneranno con la stessa competenza e amicizia lungo qualunque percorso tu scelga di seguire. E potrai proporre tu stesso, mettere la tua esperienza e le tue conoscenze a disposizione degli altri soci!

Zona gialla, arancio o rossa?

Aggiornamento, visto che in molti ci state domandando se le escursioni del weekend sono confermate o meno. Dipende, di settimana in settimana, dal nostro colore

🧡 zona arancio o zona gialla? 💛
In realtà ancora non sappiamo in quale area verranno inseriti Lazio, Toscana e Umbria

🟡 Finché saremo nella zona gialla 💛 le escursioni saranno consentite! Potremo inoltre spostarci tra una regione gialla e l’altra per svolgere le attività.
Nel dettaglio:
🟡 Ci si può spostare per svolgere attività o usufruire dei servizi non sospesi (art. 1 comma 3)
🟡 è consentito svolgere attività sportiva o motoria all’aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici purché nel rispetto della distanza di sicurezza (art. 1, comma 9 lett.d)

🔶 Se invece una delle tre regioni entrerà nella zona arancione 🧡 (o rossa) per almeno due settimane dovremo rispettare delle norme più restrittive, senza poter uscire dal nostro comune di residenza. 🔶

⚠️⚠️⚠️
I dati usciranno di settimana in settimana e saranno validi per i successivi 7 giorni.. complicato pianificare ma non impossibile!!!

💚 Di settimana in settimana valuteremo se le escursioni saranno permesse e decideremo se effettuarle… ma non ci fermeremo! 🍃
Cerchiamo e cercate di uscire ogni volta che è possibile … finché ancora è possibile! Ricarichiamo le batterie prima dell’inverno🔋
💚 Perché la salute è anche quella psicologica, e camminare in natura comporta veramente tanti benefici: aumenta le endorfine, aiuta il pensiero razionale, migliora l’umore e riduce lo stress…
Insomma, FA BENE!! 🌿Approfittiamone finché (se) si può 💚

Tre giorni sull’isola del Giglio

Tre giorni per scoprire tutte le facce dell’Isola del Giglio. Un gruppo fantastico e variegato: dai 10 ai 75 anni, da Umbria, Toscana, Emilia Romagna, Lazio e Liguria e tre guide che non sono stare a guardare nemmeno quando si è trattato di testarela temperatura dell’acqua

(gelida, ma bellissima!!!) per l’ultimo bagno della stagione – per ora

Primo giorno dal Castello alla spiaggia del Campese e al faraglione; un bagno di sole, granito e mare! C’era chi sognava i Caraibi… tsk!!

Secondo giorno dal Castello al faro di Capelrosso, passando da Poggio della Pagana e Castellucci con un’atmosfera da brughiera… ma poi il cielo si è aperto e ci siamo abbronzati! Il bagno dalla scogliera non poteva mancare, dopo tanti km in cui il mare ci invitava da lontano…

Terzo giorno, abbiamo lasciato buona parte del vento sull’altro lato dell’isola, e siamo scesi tra le vigne dal versante del porto. Arenella, Cannelle e Caldane: però stavolta solo i piedi abbiamo messo a bagno

Ha iniziato a piovere, ma solo quando ormai eravamo tutti sul traghetto pronti a partire, e lasciare un pezzo di cuore su quest’isola incredibile.

Sei mete per un’autunno indimenticabile!

Sei escursioni per vivere un’autunno in natura. Ecco le migliori passeggiate per apprezzare questo magnifico territorio in tutti i suoi colori

MOLTI DI NOI, LO SO, SONO ANCORA PREDA DI CRISI NOSTALGICHE AL SOLO PENSIERO DI OMBRELLONE E CREMA SOLARE, MA SAPETE CHE VI DICIAMO? È ARRIVATO IL MOMENTO DI REAGIRE. E COSA PUÒ ESSERCI DI MEGLIO, PER DIMENTICARE LE VACANZE, CHE GODERSI A PIENO LA STAGIONE APPENA COMINCIATA?

Ciclamini nella Faggeta

Vogliamo proporvi, con questo articolo, sei ottimi motivi per scoprire l’autunno in tutti i suoi magnifici colori. Sei passeggiate che vi faranno apprezzare il paesaggio e la storia del nostro territorio, cinque occasioni da vivere al meglio in autunno, quando la temperatura è più clemente e la natura si esprime in tutta la suggestività di cui le sue pennellate sono capaci.

1- LA PIRAMIDE ETRUSCA E IL SACRO BOSCO

Bomarzo forra

Come è possibile, vi direte, che luoghi carichi di storia e di mistero come questi possano essere ancora più belli in una stagione ben precisa? Sembra difficile in effetti, eppure è proprio in autunno che il grigio del peperino si accende, lasciandosi esaltare dal muschio e dalle felci rese brillanti dal ritorno delle piogge. Il tutto esaltato dal contrasto cromatico tra le foglie sempreverdi della macchia mediterranea, come il leccio, il lentisco e la smilace, e le decidue di aceri, querce, bagolari.

I panorami si aprono, le opere imponenti dei nostri antenati, altari pagani, antiche tombe, mulini e altri strumenti produttivi, oltre alle grottesche sculture rinascimentali del Sacro Bosco, emergono dal paesaggio come parte immutabile di esso. Non un semplice percorso, ma una fascinosa passeggiata attraverso il tempo, un’occasione per immedesimarsi, per dare una sbirciata a vita, sogni e speranze di chi ha mosso i passi sullo stesso sentiero secoli prima di noi.

2- GIANNUTRI e l’isola del giglio: le più meridionali DELL’ARCIPELAGO TOSCANo

Isola del GIglio

Da un sogno ad occhi aperti all’altro, a Giannutri e al Giglio siamo circondati da mare e natura, da panorami che con l’autunno divengono ancora più limpidi, dal cielo che si veste di gradazioni avvincenti, come solo in questa stagione sa fare, dalle fioriture di rosmarino che tingono l’isola di viola a quelle della scilla e del corbezzolo… Una passeggiata attraverso la natura incontaminata, alla ricerca dei colori e dei profumi insoliti in questa stagione, ma anche della fauna caratteristica: potremo osservare il volo degli uccelli migratori, ma se siamo fortunati potremo anche avvistare grossi cetacei. Queste due isole infatti si trovano all’interno del Santuario Pelagos, un’area protetta per la protezione dei mammiferi marini nel Mediterraneo tra Italia e Francia.

Giannutri

Potremo goderci la brezza marina osservando l’orizzonte, mentre ci riposiamo sulla scogliera che volge a picco sul mare azzurro.

3- SUI SENTIERI DELLA SELVA DEL LAMONE

Se a Giannutri giocavamo a fare i pirati, qui siamo in terra di briganti. In un susseguirsi di dolci saliscendi attraverseremo il bosco nel pieno della sua esplosione cromatica, riparati da cerri e roverelle, ornielli e aceri, sorbi e bagolari e le loro incredibili variazioni cromatiche. Percorreremo gli intricati sentieri che permettono di muoverci tra questa selva impenetrabile, fino a poco tempo fa conosciuti solo dai suoi antichi abitanti: briganti, cacciatori, pastori e carbonai.

L’autunno è una delle migliori stagioni per un viaggio alla scoperta dei tesori nascosti della Selva: i Lacioni, delle piscine temporanee che diventano un habitat a sé stante; le Murce, fitti ammassi di sassi vulcanici dove solo muschi e piccoli arbusti osano crescere; fino a giungere alla Fortezza etrusca di Rofalco, sito archeologico e raro esempio di abitato fortificato etrusco.

4 iL PARCO DELLA MAREMMA a piedi e in bici!

Ci riavviciniamo alla costa per un’escursione all’insegna della varietà. La varietà di colori, come in tutte queste escursioni di autunno, ma anche di ambienti naturali. È proprio questo aggettivo a rappresentare al meglio questa passeggiata all’interno del parco naturale dell’Uccellina, percorso ideale per questo periodo, con le giornate ancora abbastanza lunghe da permetterci godere a pieno il cammino senza lo svantaggio del caldo estivo.

Prepariamoci ad incontrare le tipologie di paesaggio più svariate, dal folto del bosco con scorci di mare improvvisi, dall’uliveto secolare alla pineta granducale, dalla macchia retrodunale alle zone in cui l’ambiente umido si sta riprendendo i suoi spazi, fino agli ampi prati dove le vacche pascolano libere, allo stato semibrado, senza tralasciare la bellezza delle rovine dell’abbazia cistercense di San Rabano. Alla scoperta della natura in molte delle sue tinte, delle sue quiete sfaccettature, aguzzando gli occhi ad osservare la grande varietà di uccelli che popola il parco.

5- SULLE STRADE DEGLI ETRUSCHI, DA PITIGLIANO A SOVANA

Non solo natura in quest’ultima escursione, ma anche storia. I due centri, Pitigliano e Sovana, uniti non soltanto dalle vicende del passato, ma anche dall’ambiente da cui sono sorti e dal quale hanno tratto la linfa necessaria per imporsi. Drammaticamente eretti su sottili speroni di tufo, a collegarli ci sono sentieri, ma anche strade etrusche e medievali.

All’interno di un contesto in cui i colori e gli splendidi scorci sono ancora legittimi protagonisti: il rosso della roccia, i verdi di muschi e felci presenti sul fondo delle forre e delle vie cave. Una passeggiata lungo questi percorsi potrà farci sentire più vicini alla dea Madre, la più importante divinità etrusca: una vera camminata rigenerante, immersi nei colori e nei panorami più affascinanti della Toscana.

6– sui sentieri delle fate: il monumento naturale bosco del sasseto

Al bosco del Sasseto l’autunno è sinonimo di cambiamento e magia. Ogni settimana infatti le i sentieri sembrano trasformarsi: con l’avanzare della stagione cambiano i colori e le luci, spuntano i ciclamini e maturano le bacche, le foglie ingialliscono e cadono creando chiazze di mille tonalità diverse, i rami spogli vengono subito rivestiti dalle felci, i muschi riacquistano volume e brillantezza… se passeggiare tra i tronchi nodosi e i massi verdeggianti è bello in ogni stagione, in autunno l’emozione si fa ancora più traboccante!
Figuriamoci poi di poterne approfittare con passeggiate infrasettimanali in cui noi siamo gli unici esseri umani del bosco!

🐾🍃 GIOV 1 ottobre Tra le fate del Bosco del Sasseto

🐾✨SAB 3 ottobre La spiaggia che suona: Cala Violina
💦🚴🏻‍ DOM 4 ottobre BIKE & MARE nel parco dell’Uccellina

🐾 🌄 VEN 9 – SAB 10- DOM 11 – WEEKEND ALL’ISOLA DEL GIGLIO

🐾📜 VEN 16 ottobre Tra i fantasmi di Castro, la città che fu
🐾🍃 SAB 17 ottobre Tra le fate del Bosco del Sasseto

🐾🦔 DOM 18 ottobre Nella selva dei Tiburzi. Trekking al Lamone
🐾🌴SAB 17 ottobre Il sentiero delle Torri nel Parco della Maremma
🐾✨SAB 17 ottobre La spiaggia che suona: Cala Violina

🐾✨ DOM 18 ottobre Attraverso l’Uccellina. Traversata della Maremma
🐾🍃 MERC 21 ottobre Tra le fate del Bosco del Sasseto
🐾🌴SAB 24 ottobre GIANNUTRI trekking & mare nell’isola di Diana

🐾✨ DOM 25 ottobre La spiaggia più esclusiva della Maremma: CALA DI FORNO

🐾🐲 VEN 23 ottobre I segreti del sacro Bosco di Bomarzo

🐾📜 Sab 24 ottobre Bomarzo e i suoi misteri: la piramide etrusca

🐾🏺 Sab 31 ottobre Misteri etruschi – Esplorando il Parco Marturanum
🐾🌴SAB 31 ottobre La spiaggia che suona: Cala Violina
💦🚴🏻‍ DOM 1 novembre BIKE & MARE nel parco dell’Uccellina
🐾🍃 DOM 1 novembre Da Pitigliano a Sovana sulle orme degli Etruschi

🐾🌴SAB 14 novembre GIANNUTRI trekking & mare nell’isola di Diana

🐾🦔 DOM 21 novembre Nella selva dei Tiburzi. Trekking al Lamone

🐾🌴SAB 28 novembre GIANNUTRI trekking & mare nell’isola di Diana

ven 9-dom 11 ottobre – Isola del Giglio – Tre giorni di trekking tra mare e cielo!

TRE GIORNI PER SCOPRIRE LE BELLEZZE DELL’ISOLA DEL GIGLIO, PERLA DELL’ARCIPELAGO TOSCANO, ACCOMPAGNATI DA UNA GUIDA AMBIENTALE ESCURSIONISTICA.

CAMMINANDO SCOPRIREMO L’ALTRO VOLTO DELLE ISOLE, NON SOLO MARE MA PAESAGGI MOZZAFIATO DOVE LA MACCHIA MEDITERRANEA È PADRONA.

L’isola del Giglio, a solo un’ora di navigazione da Porto Santo Stefano, offre sono solo spiaggette deliziose, dove l’estate arriva in anticipo e tarda ad andar via… ma anche una grande quantità di trekking, passeggiate, escursioni adatte a tutti i tipi di scarponi.

Dalla vetta di Punta della Pagana (496 m) potremo abbracciare tutta l’isola in un solo sguardo, dai vicoli di Giglio Castello potremo immaginare un’invasione di pirati barbareschi, dalla spiaggia del Campese fare un bagno nel limpidissimo mar Tirreno, dal porto deliziarci con una passeggiata tra le botteghe tipiche e assaggiare un sorso dell’Ansonica, il tipico vino gigliese.

Accompagnati da una guida esperta dell’Isola avremo modo di scoprire i panorami più incredibili, adattando il percorso alle condizioni meteo.

L’appuntamento sarà a Porto Santo Stefano la mattina di venerdì e il termine a Porto Santo Stefano dopo tre giorni di trekking.

Ognuno provvederà a prenotare autonomamente il pernotto, al Porto o al Castello, la guida potrà suggerire alcune strutture per ottimizzare i tempi delle escursioni.

Pranzi al sacco e cene libere.

Info e prenotazioni: 320 3149587/ 327 4570748
Costo: 45€ per tre giorni di trekking*

A questo va ad aggiungersi:
Traghetto A/R 25€
Pernotto (mediamente sui 40€ a notte, in base alle strutture scelte e prenotate dai partecipanti)
Pasti

Partenza da Porto Santo Stefano venerdì mattina ore 11.00**
Rientro a Porto Santo Stefano domenica pomeriggio alle ore 18.30**

* Possibilità di raggiungere il gruppo venerdì sera (pagando solo 2 giornate di trekking)
** Orari variabili in base ai traghetti

River Trekking sul fiume Fiora

IL VENERDÌ VENITE CON NOI A SCOPRIRE LE MERAVIGLIE DEL FIUME FIORA!

Lasciamoci trasportare dalla corrente, con l’aiuto di giubbotti salvagente… vivere la natura, rispettando l’ambiente del fiume!!

Una giornata nell’acqua, alla scoperta dei segreti nascosti nelle profondità della Tuscia, guidati in sicurezza lungo una via liquida fino ai romitori, per millenni utilizzati da chi ricercava la quiete e la pace della Natura. Divertimento, attività fisica e giochi si alterneranno a momenti di relax e tranquillità, a seconda del carattere del fiume.

Il river trekking è la discesa del fiume Fiora, a volte dinamica a volte rilassante, a seconda del carattere del fiume che è molto variabile.

L’attrezzatura verrà fornita dall’organizzazione.

Prenotazione

[email protected] +39.327.4570748 / +39.320.3149587

L’idea di vivere le vie d’acqua si è diffusa enormemente, ogni angolo d’Italia sembra avere degli appassionati che si immergono alla scoperta di angoli altrimenti inaccessibili… Potrete trovare tante varianti del nostro Aquatrek che vi porteranno a scoprire altri luoghi, ma fate sempre cmolta attenzione: Che lo vogliate chiamare aquatrek oppure acquatrek, acquatrekking,  acqua trekking, water walking, river walking o con qualche altro nome di fantasia…  DIFFIDATE DALLE ATTIVITA’ CHE VI SEMBRINO IMPROVVISATE O CONDOTTE DA PERSONE NON QUALIFICATE!!!

Prenota ora la tua escursione personalizzata

Il tuo nome
L'indirizzo a cui possiamo contattarti
Un numero di telefono a cui possiamo contattarti
Tipo di gruppo, periodo e tutto quello che ci può aiutare a creare il percorso perfetto per te
Tutte le attività di di Percorsi Etruschi sono condotte da guide associate ad Aigae e iscritte al Registro Italiano delle Guide Ambientali Escursionistiche – professione svolta ai sensi della legge 4/2013.

 
🚶‍♀️ Gruppi piccolissimi, per tutti
📞  prenota ora chiedi info
📍informativa covid-19
 

Escursioni in Maremma – Estate 2020

🌛 SAB 4 luglio -> La luna nell’Eremo, poggio Conte al tramonto
🌹 DOM 5 luglio -> Orvieto medievale: guerre e splendori sul far della sera

🐞 MER 8 luglio -> Tra le fate del Bosco del Sasseto, piccoli gruppi per grandi emozioni
🌛 SAB 11 luglio -> Trekking notturno a Cala Violina

🌅 MER 15 luglio -> Trekking alla fortezza invisibile a guardia dell’Argentario
🦗 VEN 17 luglio -> L’antica città di Cosa e la Feniglia, duna protetta
🍃 SAB 18 luglio -> Tra le fate del Bosco del Sasseto, piccoli gruppi per grandi emozioni

🌳 MER 22 luglio -> In cammino sulla via Francigena. Da San Lorenzo Nuovo a Bolsena al tramonto
✨ SAB 25 luglio -> Tra le stelle dell’Argentario: trekking notturno ai forti di Porto Ercole

💎 VEN 31 -> Trekking alla fortezza invisibile a guardia dell’Argentario
🌛 SAB 1 agosto -> La luna nell’Eremo, poggio Conte al tramonto

💦 MER 5 agosto -> Trekking & Mare a Talamone, la perla della Maremma!
🌱 VEN 7 agosto -> La città perduta e le sorgenti della Lente
💫 SAB 8 agosto -> Trekking notturno a Cala Violina

🧚‍MER 12 agosto -> Tra le fate del Bosco del Sasseto, piccoli gruppi per grandi emozioni
🌄 MER 19 agosto -> In cammino sulla via Francigena. Da San Lorenzo Nuovo a Bolsena al tramonto
🌜 SAB 22 agosto -> La luna nell’Eremo, poggio Conte al tramonto

🔮 MER 26 agosto -> Orvieto medievale: guerre e splendori sul far della sera
👙 VEN 28 agosto -> L’antica città di Cosa e la Feniglia, duna protetta
✨ SAB 29 agosto -> Trekking notturno a Cala Violina
🐾 DOM 30 agosto-> Tra le fate del Bosco del Sasseto, piccoli gruppi per grandi emozioni

🍀 MER 2 settembre -> Tra le fate del Bosco del Sasseto, piccoli gruppi per grandi emozioni

Outdoor summer camp Maremma!

Escursioni, sport e natura per tutti Campo estivo per adulti e famiglie con programma di attività con GAE – Guide  Ambientali Escursionistiche


☀️ Il campo offe ai partecipanti la possibilità di una vacanza in campeggio al mare, con una sistemazione comoda e trattamento di mezza pensione che aggiunge ad un’eccezionale location all’Argentario

4 esperienze di scoperta del territorio e attività in natura guidate da una Guida Ambientale Escursionistica.

☀️ E’ contemporaneamente un campo escursionistico ed una piacevole settimana al mare sulla costa maremmana; relax ed attività outdoor. Escursione e bagno in uno dei più fiumi più puliti d’Italia, visita “nuotata” in un lago vulcanico, escursioni con bagno nel bosco dei daini e delle dune di Feniglia ed alle torri di avvistamento dei Pirati sul Monte Argentario.

🌟🌟 VA BENE PER VOI SE SIETE: adulti o famiglie interessati ad esperienze culturali/sportive (bambini con meno di 8 anni e adulti che non possono partecipare alle attività possono aderire al campo con la formula */** senza attività)

🌟🌟 E’ UNA VACANZA: anticrisi, sicura, sociale, attiva ed a contatto con la Natura!

⛺ LOCATION e SERVIZI: Camping Village Voltoncino Costa d’Argento https://www.voltoncino.it/it/

🥾 CONDUZIONE delle ATTIVITA’ OUTDOOR: Guide Ambientali Escursionistiche di Percorsi Etruschi
http://www.percorsietruschi.it/

🌜 PACCHETTO BASE: 5 notti/6 giorni (check in lunedì mattina check out sabato mattina)
🌜 DORMIRE: roulotte 4 posti in piazzola all’ombra della pineta; allaccio corrente; tavolo con 4 sedie
campeggio, stendibiancheria ATTENZIONE biancheria esclusa. Possibilità di scegliere altre tipologie di
sistemazione disponibili integrando la quota di partecipazione.
🍴 MANGIARE: mezza pensione con menu tipico maremmano o menu vegetariano. Al mattino prima colazione al bar. La sera cena composta da primo, secondo con contorno e dolce; acqua ½ litro; altre bevande extra come da listino ristorante. Facoltativo e su prenotazione pranzo a sacco con panini e bevanda.
🍀 DIVERTIRSI: 4 attività in natura + briefing iniziale, compresa attrezzatura necessaria, come da programma

Programma

  • LUNEDI – accoglienza e check in al campo. Pomeriggio libero per attività balneari. Tardo pomeriggio-sera
    briefing, presentazione del programma e delle guide e attività al campo.
  • MARTEDI’ – Eremi rupestri della Fiora –distanza dal campeggio 50 min
    Mattina libera. Nel pomeriggio passeggiata alla scoperta degli eremi rupestri nascosti nella valle del Fiora.
    La visita dell’eremo di Poggio Conte, interamente scavato nel tufo in una zona particolarmente selvaggia ed isolata della Maremma, si unisce ad una inusuale esperienza di scoperta del freschissimo fiume in cui potremo godere di un bagno ristoratore e nuotare.
    Escursione di mezza giornata compresi il bagno e le visite – Camminata Km 4/5
  • MERCOLEDI’ – Capo d’Uomo e le calette del Monte Argentario –distanza dal campeggio 25min
    La mattina passeggiata storico-naturalistica alla Torre di Capo d’Uomo, a picco sul mare turchese dell’Argentario, per ammirare l’arcipelago toscano da uno dei punti più panoramici del Monte e prosecuzione “balneare” verso le calette per bagno e snorkeling.
    Pomeriggio libero
    Escursione mezza giornata compresi il bagno e le visite – Camminata Km 4
  • GIOVEDI’ – Visita Nuotata al Lago di Mezzano –distanza dal campeggio 75min
    La mattina una proposta assolutamente originale: scoprire nuotando invece che camminando! Protetti e aiutati da giubbotti salvagente, seguiremo la guida ambientale in un fresco e rilassante percorso acquatico, tra boschi semisommersi, canne di palude ricovero di pesci ed animali selvatici e … resti di villaggi
    preistorici sommersi dalle acque! L’esperienza ideale per combattere la calura estiva. Il Lago di Mezzano è SIC (Sito di Importanza Comunitaria) e ZPS (zona di protezione speciale).
    Pomeriggio libero
    Escursione mezza giornata, prolungabile con visite interessanti nei dintorni – Km 0 perché si sta nell’acqua
  • VENERDI’ –Duna Feniglia –distanza dal campeggio 15min
    La mattina visita guidata e passeggiata nella Riserva di Duna Feniglia, sotto una pineta lunga 6 chilometri e mezzo che separa il mare dalla laguna di Orbetello, per arrivare ad un bagno ristoratore sulla spiaggia antistante, una delle più belle dell’intera Maremma. Duna Feniglia è Riserva Statale gestita della Forestale.
    Pomeriggio libero.
    Escursione mezza giornata, compreso il bagno, prolungabile con visite interessanti nei dintorni – Km 5/6
  • SABATO – prima colazione e Check out

☘️🗓️ Turni
Lunedì/sabato (6 giorni, 5 notti)
15-20 giugno; 22-27 giugno; 29 giugno-4 luglio; 6-11 luglio; 13-18 luglio; 20-25 luglio; 27 luglio 1 agosto; 3-8 agosto; 10-15 agosto; 17-22 agosto; 24-29 agosto; 31 agosto–05 settembre; 7-12 settembre

💵 Quote individuali di partecipazione
Con attività: programma completo incluse le escursioni e attività indicate, per adulti oppure bambini a partire da 8 anni
*/** Senza attività: solo soggiorno in mezza pensione, senza attività/escursione.
Sistemazione minima: 2 adulti cioè 2 persone minimo 8 anni.

Info: Camping Village Voltoncino – [email protected] – Telefono: 0564.870 158 / 333.459 91 68
Percorsi Etruschi – [email protected] – telefono: 327.457 07 48 / 320.314 95 87

Canale Telegram Percorsi Etruschi

Percorsi Etruschi sta sperimentando una nuova modalità di promozione delle attività, che va ad aggiungersi alla newsletter, eventi su Facebook, calendario sul sito e broadcast Whatsapp
Ogni settimana, intorno a lunedì o martedì, la guida manderà un aggiornamento sul nostro nuovo canale Telegram con gli appuntamenti del weekend.
Vi interessa?

Qui potete vederlo in versione web:

https://telegram.me/s/percorsietruschi

Scaricate l’app Telegram sul vostro smartphone e unitevi al nostro canale t.me/percorsietruschi !

Aderire è semplicissimo!

Domande frequenti sui Canali

Nel regno di Tiburzi! Trekking alla Selva del Lamone

🥾  I sentieri della Selva del Lamone ci conducono in un’escursione immersi nel verde, un viaggio nel cuore di un bosco intricato, fitto, labirintico e sempre diverso. Un luogo vivissimo, dove anche le rocce sono ricoperte di muschi verdeggianti e felci, dove gli uccelli si avvisano del nostro passaggio e tra le fronde i selvatici ben nascosti nel loro regno ci osservano passare ignari.
Camminare tra il folto del bosco ci darà quasi la sensazione di essere smarriti nel mezzo della primordiale selva oscura, ma avremo anche l’opportunità di scoprire le tracce di un bosco vissuto in un passato neanche troppo lontano, fatto di boscaioli e butteri, pastori e cacciatori, briganti e carbonai…
Fino alle imponenti rovine della fortezza etrusca di Rofalco, dove senza preavviso il bosco si apre e ci regala una visione magica sulla valle dell’Olpeta e della Fiora,che spazia fino al mare.

📅 Sab 5 dicembre| Prenotazione entro il 3 dicembre

⌚ Tutto il giorno, dalle ore 10
📍Riserva Naturale Selva del Lamone | Farnese (VT) | informazioni

🚶‍♀️ Gruppi piccolissimi, per tutti

📞  prenota ora chiedi info

📍informativa covid-19

Tra i mostri di Bomarzo, il Sacro Bosco

TRA I MOSTRI DI BOMARZO. VISITA ALLA SCOPERTA DEL SACRO BOSCO – LUN 2 GIUGNO | VEN 12 GIUGNO

Simmetria, ordine, eleganti giochi d’acqua, razionalità: quelli che sono gli elementi classici dei giardini italiani del Cinquecento qui vengono meno, lasciando il visitatore di ieri e di oggi spaesato e sorpreso.

Nel Sacro Bosco, ben lontano dalla perfezione dei giardini delle ville cinquecentesche, seguiamo un percorso (apparentemente) disordinato tra gigantesche sculture che raffigurano mostri e personaggi che sembrano usciti da un incubo.
Bocche spalancate che sembrano volerci inghiottire, la celebre casa pendente che mette in crisi il nostro equilibrio e ci fa dubitare della nostra sobrietà, elefanti, orche, orsi e draghi…

E ovunque sibilline iscrizioni in rima, endecasillabi che invece di sciogliere i mille enigmi ne creano altri. Come mai l’eccentrico principe di Bomarzo, Vicino Orsini, decise di investire i migliori anni della sua vita nella creazione di un posto così particolare e senza significato apparente?
Per scoprirlo dobbiamo intraprendere un viaggio iniziatico nel cuore del Rinascimento, che coinvolge filosofia e religione, letteratura e scienza unite in un percorso ermetico che tocca tutte le chiavi della vita umana, tra esoterismo, alchimia, eresie.

📅  Lun 1 giugno  | Prenotazione entro il 30 maggio
📅 Ven 12 giugno  | Prenotazione entro il 10 giugno
 Mezza giornata, ore 10.00 o 15.00
📍 Sacro Bosco – Bomarzo  (VT) | informazioni

🚶‍♀️ Gruppi piccolissimi, per tutti

📞  prenota ora chiedi info

📍informativa covid-19

Bike & Mare – Pedalando nel parco della Maremma

BIKE & MARE

🚲
Un’escursione molto particolare nel Parco della Maremma: con la bici, percorrendo una comoda ciclabile che ci permette di attraversare molti ambienti diversi del parco e scoprire tutte le diverse sfaccettature di questa preziosa gemma della Maremma toscana. Il percorso inizia ad Alberese, dove troveremo le nostre biciclette; da qui la strada che ci porterà tra affacci mozzafiato, oliveti secolari e lecceta profumata di piante officinali, fino a una spiaggia protetta lontana dai lidi frequentati dai bagnanti . Ci godremo il pranzo nella solitudine di questo arenile lontano da tutto…
🚲 Possibilità di noleggiare in loco bici muscolari ed e-bike!

📅  Dom 4 ottobre: Bike & Mare a Collelungo- Prenotazione entro il 3 ottobre
📅  Dom 11 ottobre: Bike & Mare a Collelungo- Prenotazione entro il 9 ottobre
📅  Dom 1 novembre: Bike & Mare a Collelungo- Prenotazione entro il 29 ottobre
📅  Sab 21 novembre: Bike & Mare a Collelungo- Prenotazione entro il 19 novembre
📅  Dom 22 novembre: Bike & Mare alla foce dell’Ombrone- Prenotazione entro il 20 novembre
📅  Sab 5 dicembre: Bike & Mare a Collelungo- Prenotazione entro il 3 dicembre
📅  Mar 8 dicembre: Bike & Mare a Collelungo- Prenotazione entro il 5 dicembre
📅  Dom 20 dicembre: Bike & Mare a Collelungo- Prenotazione entro il 18 dicembre

⌚ Dalle ore 10 alle 16

Bike & mare – Pedalando al Parco della Maremma
📍Parco della Maremma | Alberese, Grosseto

🚶‍♀️ Gruppi piccolissimi, per tutti

📞  prenota ora chiedi info

📍informativa covid-19

Tra pirati e corsari, i forti spagnoli di Porto Ercole

LUN 1 GIUGNO | DOM 7 GIUGNO

Oggi vogliamo accompagnarvi a scoprire un lato poco conosciuto dell’Argentario, nel borgo marinaro di Porto Ercole, che domina dall’alto il promontorio tra le barche eleganti di Cala Galera e il porticciolo turistico.


Una passeggiata breve che però, passo dopo passo, sembra trasportarci un un luogo altro: le rocce bianche di quella che un tempo era una delle isole dell’Arcipelago Toscano emergono tra la macchia bassa, fatta di rosmarini profumatissimi, di ginestra, lentisco…
Passo dopo passo conquistiamo un panorama che ci toglie il fiato, basta salire così poco per godere di una vista spettacolare a 360°: arriveremo fino alle mura di un’imponente fortezza seicentesca, così grande eppure quasi invisibile dal basso! Un’opera difensiva monumentale, in parte scavata nel duro granito dell’Argentario proprio per cogliere di sorpresa in caso di attacchi dal mare.
A cosa serviva una fortezza così imponente? Cosa c’era di così prezioso da difendere in questo piccolo lembo di terra?
Un piccolissimo stato, dipendente dalla Spagna al confine tra le potenze Toscana e Pontificia fondava la sua intera esistenza su questi forti.
Oggi sono proprietà private, ma possiamo esplorarli dall’esterno e goderci un luogo unico, dove il cielo, il mare, la terra si fondono, i profumi inebriano i sensi, il tempo sembra fermarsi

📅 Lun 1 giugno  | Prenotazione entro il 30 maggio
📅 Dom 7 giugno  | Prenotazione entro il 5 giugno
 Mezza giornata; ore 10:00 e ore 15.00

📍 Porto Ercole | Monte Argentario (GR) | informazioni
🚶‍♀️ Gruppi piccolissimi, per tutti

📞  prenota ora chiedi info

📍informativa covid-19

San Rabano, nel cuore della Maremma

 SAB 30 MAGGIO

L’ escursione che parte direttamente dalla frazione di Alberese e attraversa uno splendido oliveto di proprietà dell’Azienda agricola regionale del Parco della Maremma, i quali olivi, alcuni ultracentenari, producono oggi come una volta il prezioso olio del Parco.


Oltrepassato l’oliveto ci immergiamo nella macchia mediterranea, percorrendo una strada poderale disseminata di piante aromatiche, olivi e lecci che sale tranquillamente con aperture panoramiche sulla Maremma interna. Di quando in quando antichi cancelli di legno, con il particolare sistema tradizionale di chiusura maremmano, ci indicano la presenza delle vacche brade, la famosa razza Maremmana, che non conoscono stalle per tutta la loro vita e vivono indisturbate nel territorio del Parco , controllate e gestite dai “cow-boy” locali, i Butteri. Il monastero cistercense di San Rabano ci sorprende , comparendo all’improvviso celato nel bosco in cima al poggio, come un fantasma di epoche remote a testimonianza di un passato vivo e attivo dei monaci benedettini della zona. I ruderi ci fanno ancora ben comprendere la struttura del monastero e le funzioni che le diverse zone avevano. Intorno il bosco nasconde piante di particolare bellezza e curiosità. Una sorpresa ci attende tra le frasche:, seguendo un sentiero poco oltre San Rabano: non vi do nessuna anteprima, ma l’effetto “WOW” è assicurato!

📅 Sab 30 maggio  | Prenotazione entro il 28 maggip
Tutto il giorno, dalle 10.00

📍 App. Alberese (GR) | informazioni
🚶‍♀️ Gruppi piccolissimi, mediamente impegnativa

📞  prenota ora chiedi info

📍informativa covid-19

Giannutri, l’isola di Diana

Giannutri è la più meridionale delle isole dell’Arcipelago Toscano. Senza sorgenti d’acqua dolce, qui la vita naturale ha dei ritmi e dei colori completamente diversi da quelli a cui siamo abituati.
Collegata con la terraferma da un traghetto che effettua il servizio solo due volte a settimana, dopo un’ora di traversata – che già di per sé è un’avventura nell’avventura, non è raro infatti scorgere delfini! – arriveremo in una delle due calette dell’isola, in base al vento: una particolarità, questa dei due approdi, che ha reso quest’isola un luogo strategico anche in epoca romana!
Noi supereremo l’unico piccolissimo luogo abitato per addentrarci in un altro mondo, fatto di odori mediterranei, colori netti, suoni rilassanti. Il sentiero quasi pianeggiante attraversa una macchia bassa fatta di euforbia dalle foglie rossicce, bianco teucrio e rosmarino odoroso, accompagnati dalle voci dei gabbiani e dalla vista del mare, fino a giungere nei pressi del faro, su una scogliera nera che precipita nel blu delle onde…

📅sab 10 ottobre, prenotazione entro 8 ottobre
📅sab 24 ottobre, prenotazione entro 21 ottobre
📅sab 14 novembre, prenotazione entro 11 novembre
📅sab 28 novembre, prenotazione entro 25 novembre
📅sab 12 dicembre, prenotazione entro 9 dicembre

Tutto il giorno, dalle 9.30

📍 App. Porto Santo Stefano | Monte Argentario (GR) | informazioni
🚶‍♀️ Gruppi piccolissimi, max 12 persone, per tutti

📞  prenota ora chiedi info

📍informativa covid-19

Informativa ai partecipanti e Regolamento di escursione COVID-19

  1. REGOLE GENERALI

La partecipazione all’escursione avviene nel rispetto della legge, delle prescrizioni, dei limiti, statali e regionali, locali vigenti in materia di prevenzione e contenimento del contagio da Covid-19, che tutti partecipanti sono tenuti e si impegnano ad osservare. In particolare, poiché le prescrizioni e le regole prudenziali da osservare, soprattutto in relazione al distanziamento sociale ed all’uso dei DPI, potrebbero variare in base al luogo dove si svolge ed al momento in cui si svolge l’escursione, nel corso del briefing iniziale la Guida fornirà eventuali indicazioni dettagliate ed ulteriori rispetto a quelle contenute nel presente documento. La partecipazione alla escursione avviene quindi nel rispetto delle indicazioni specifiche che verranno fornite dalla Guida e che tutti partecipanti sono tenuti e si impegnano ad osservare.

  1. PRENOTAZIONE

La prenotazione si effettua obbligatoriamente via mail, sms o wathsapp fornendo l’indirizzo di posta elettronica. Il prenotante riceverà via e-mail l’informativa e regolamento di escursione.

EQUIPAGGIAMENTO

Ogni partecipante deve avere una dotazione personale completa di tutta l’attrezzatura. Durante l’escursione è vietato lo scambio di oggetti tra i partecipanti. Si raccomanda, quindi, di avere ognuno tutta l’attrezzatura necessaria.

Ciascun partecipante dovrà avere con se, OBBLIGATORIAMENTE, i seguenti DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE (DPI)

  • mascherine del tipo ammesso dalla regolamentazione vigente (possibilmente quelle riutilizzabili)

  • guanti del tipo ammesso dalla regolamentazione vigente

  • gel disinfettante del tipo ammesso dalla regolamentazione vigente

  • sacchetto per lo smaltimento dei DPI usati

  • abbigliamento e attrezzatura tecnica AD USO PERSONALE idonea all’escursione

  • pranzo al sacco ed acqua AD USO PERSONALE secondo necessità e condizioni climatiche.

  1. RITROVO e SALUTI

E’ sconsigliata la condivisione di autoveicoli per raggiungere il punto di ritrovo, tranne nel caso di famiglie o conviventi. In ogni caso dovranno essere rispettate le prescrizioni ed i limiti vigenti in materia di spostamenti. Per tutte le fasi preparatorie e finali dell’escursione verranno rispettate le regole vigenti sul distanziamento sociale e sull’uso dei DPI, seguendo anche le eventuali indicazioni suppletive della guida. Debbono essere evitati assembramenti nel luogo dove sono parcheggiate le auto.

  1. REGISTRAZIONE PRESENTI e CONTROLLO MATERIALI.

La guida si accerterà della conoscenza da parte di tutti i partecipanti dell’informativa e regolamento di escursione ed effettuerà il controllo del possesso delle attrezzature e dei dispositivi sanitari.

  1. PAGAMENTO

Potrebbe essere richiesto il pagamento elettronico, anche anticipato.

  1. COMPORTAMENTO

Ogni partecipante deve attenersi alle indicazioni della guida per tutta la durata dell’escursione nonché durante le fasi preparatorie e conclusive della stessa. Ogni partecipante deve segnalare immediatamente alla guida eventuali problemi di salute. La guida potrà indicare la presenza di un “chiudifila” che avrà compiti di controllo del gruppo e potrà impartire istruzioni sul comportamento da tenere. In particolare dovranno essere osservate le seguenti regole:

    1. Distanziamento. Durante tutta l’escursione è obbligatorio mantenere la distanza di sicurezza interpersonale prevista dalla regolamentazione vigente ed indicata dalla guida, ad eccezione dei familiari e/o congiunti, conviventi. Ogni volta in cui non sia possibile osservare la distanza di sicurezza dovrà essere indossata la mascherina.

    2. Mascherina. La mascherina deve essere sempre tenuta a portata di mano e VA indossata nei momenti di arrivo, accoglienza, briefing, durante le soste e al momento di incrocio sul sentiero con altre persone anche non appartenenti al proprio gruppo.

    3. Mani. Le mani vanno disinfettate con il disinfettante a norma. L’uso dei guanti non è necessario durante l’escursione ma è obbligatorio avere con sé i guanti come richiesto per situazioni di emergenza/ingresso in locali chiusi. Evitare di toccarsi occhi, naso, bocca con o senza DPI.

    4. Smaltimento DPI. Ogni partecipante dovrà essere dotato di un sacchetto di plastica per riporre i DPI usati e potenzialmente infetti.

    5. Indumenti ed oggetti personali. Tutta l’attrezzatura viene considerata di uso strettamente personale. E’ vietato lo scambio di indumenti ed altri oggetti (bastoncini da trekking, borracce, cibi, burro cacao, creme, occhiali e qualunque oggetto personale o rinvenuto in loco).

    6. Sosta pranzo. Nella pausa pranzo i partecipanti dovranno disporsi a distanza minima di 2m esclusi i nuclei familiari e/o congiunti.

  1. RIFIUTO O ALLONTANAMENTO DEI PARTECIPANTI

La Guida potrà rifiutare il partecipante che non avrà con se i materiali indicati come obbligatori. Nel caso in cui qualche partecipante non dovesse osservare le prescrizioni di legge o le indicazioni della Guida, potrà essere allontanato dal gruppo. Nel caso in cui qualche partecipante non dovesse osservare le prescrizioni di legge o le indicazioni della Guida e non sia possibile allontanarlo senza pericolo per la sua sicurezza o per quella degli altri partecipanti, l’escursione potrà essere sospesa, interrotta o subire una modifica di itinerario. In tutti questi casi i partecipanti non avranno diritto alla restituzione della quota di partecipazione.

Pubblicato in blog

I 5 motivi per cui camminare fa bene

Camminare in natura  ha molteplici aspetti positivi: migliora il nostro buonumore e influenza il nostro modo di pensare, rallenta l’invecchiament, fa bene a tutto il corpo e aiuta a dimagrire… inoltre è un’attività davvero alla portata di tutti!

Continua a leggere

Pubblicato in blog

Tra le fate del Bosco del Sasseto

Immaginate un bosco di quelli delle favole, dove le piante hanno gli occhi e osservano i visitatori che osano incamminarsi tra i loro tronchi, forse incuriosite dal loro muoversi su due gambe, forse troppo sagge per stupirsi.
Immaginate di essere voi, quei visitatori, di addentrarvi su sentieri tortuosi che zigzagano tra i massi ricoperti di muschi, attraversando la foresta immobile ma non certo silenziosa…
A ogni nostro passo un picchio, una ghiandaia dà l’allarme, e tutti gli innumerevoli abitanti di questa antica foresta si nascondono o si immobilizzano.
 

Cosa hanno da raccontarvi, questi vecchi tronchi nodosi?
Cosa vi sussurrano le fronde che stormiscono mosse da un vento impercettibile?
Certo, al camminatore distratto, potrà forse sembrare di essere in un luogo qualunque… Ma chi sa ancora emozionarsi di fronte alla bellezza sublime della natura, forse riuscirà a cogliere la scintilla di magia che anima questo luogo vetusto…


📅Sab 26 settembre | Prenotazione entro il 25 settembre
📅Gio 1 ottobre | Prenotazione entro il 28 settembre
📅Sab 17 ottobre | Prenotazione entro il 15 ottobre
📅Mer 21 ottobre | Prenotazione entro il 19 ottobre
📅Mer 11 novembre | Prenotazione entro il 9 novembre
📅Dom 22 novembre | Prenotazione entro il 20 novembre
📅Gio 26 novembre | Prenotazione entro il 24 novembre

Mezza giornata; ore 10:00

📍 Torre Alfina | Acquapendente (VT) | informazioni
🚶‍♀️ Gruppi piccolissimi, per tutti

📞  prenota ora chiedi info

📍informativa covid-19

Dimmi quando quando quando…

☘️🐞⚖️
Buon pomeriggio!
Ci state scrivendo in molti chiedendo quando pubblicheremo il calendario delle nostre #8escursioniXripartire

Tra ieri e oggi sono uscite le ordinanze delle regioni Toscana e Lazio, ma in entrambe non si parla espressamente delle attività di escursionismo/visite guidate.
Pertanto le stiamo studiando, aiutati dalle associazioni di categoria, per capire bene quando ripartire ma a questo punto anche come!…

Ormai ci siamo, si tratta solo di pazientare qualche giorno.
Stiamo scalpitando anche noi!!!

Per rimanere aggiornati potete seguire la pagina Facebook o iscrivervi al nostro broadcast Whatsapp

Grazie per l’attenzione, la pazienza e soprattutto l’affetto che ci state dimostrando!!!

Parco di Vulci, tra natura e archeologia

🥾  Il verde dei pascoli, dove meravigliose vacche maremmane ci osservano pacifiche, con le loro lunghe corna e il loro sguardo penetrante. Il canto un po’ sgraziato e inconfondibile dei gruccioni, i coloratissimi uccelli migratori che da aprile volano tra i monumenti in numerosi gruppi familiari.

Fioriture di tutti i colori, dal viola dell’erba viperina al giallo delle ginestre, il rosso dei papaveri, il blu dei fiordalisi.
Le pareti ripidissime, di nero basalto, che sembrano precipitare nel fiume, ricoperte in alto da una scura vegetazione mediterranea: da qui non è raro vedere un rapace che si invola, tuffandosi a picco.
E tutto questo è da scoprire mentre si cammina su una strada vecchia di almeno duemila anni, pensando che questa natura così rigogliosa ricopre le rovine di una delle più importanti, ricche e popolate città d’Etruria.
Quello che è visibile lascia senza fiato: la domus, con i pavimenti mosaicati e il portico sotterraneo, il tempio grande, l’acquedotto…

Avete capito dove siamo?
E’ il Parco di Vulci, il luogo dove natura e archeologia si fondono, creando un’atmosfera indimenticabile!

 Tutto il giorno, dalle ore 10
📍 Parco di Vulci| Montalto (VT) | informazioni

🚶‍♀️ Gruppi piccolissimi, per tutti

📞  prenota ora chiedi info

📍informativa covid-19

Sulle orme degli etruschi, le vie cave di Sorano

DOM 7 GIUGNO | DOM 28 GIUGNO

 
🥾 Arrivati sul pianoro di San Rocco la vista è mozzafiato. Dritto, davanti a noi, sorge Sorano: in linea d’aria è proprio lì, eppure ci divide dal paese una spaccatura profonda, dalle pareti verticali, sul cui fondo scorre, gorgogliante, il Lente.
Guardandolo da qui, il paese appare protetto e dominato dall’imponente Fortezza Orsini.Le case crescono una sull’altra, molte scavate direttamente nella roccia.
Il panorama è di quelli da non dimenticare mai.
Ma il ritorno, forse è ancora più emozionante: si scende, non solo verso il fiume, ma dentro la terra, percorrendo una delle più lunghe, suggestive, belle vie cave d’Etruria.
Il tempo, qui, sembra essersi fermato.
📅 Dom 7 giugno  | Prenotazione entro il 5 giugno
📅 Dom 28  giugno  | Prenotazione entro  il 26 giugno
Mezza giornata, ore 10.00 o ore 15.00
📍 Sorano (GR) | informazioni

🚶‍♀️ Gruppi piccolissimi, per tutti

📞  prenota ora chiedi info

📍informativa covid-19

Ormai abbiamo aperto le nostre librerie, continuiamo a raccontarvi le nostre letture preferite… ma aspettiamo anche i vostri suggerimenti!
Daniela oggi ci suggerisce Rumiz.
La leggenda dei monti naviganti, lo straordinario viaggio attraverso l’Italia di un montanaro che cammina ovunque, di un giornalista/ scrittore che è un poeta e dipinge quadri con le parole, non semplicemente “racconta”.
7000km di meraviglie sul dorso della balena-italia, dai mari delle Alpi a quelli del Mediterraneo, perché la dorsale appenninica questo è : una enorme nave che frange i flutti.

Continua a leggere