Viaggio in Islanda


Davide D'Acunto - Islanda-13
ISLANDA

Viaggio alle origini della terra

Un viaggio alla scoperta di un paese governato dall’energia dell’Artico, un luogo in cui il passato incontra il futuro in una sinfonia di vento, pietra, fuoco e ghiaccio. L’Islanda è letteralmente un paese in divenire dove la natura modella il territorio e gli abitanti che lo vivono, con un calore che contrasta il suo clima freddo. Esploreremo l’estremo nord nell’Islanda che avete sempre immaginato.

Davide D'Acunto - Islanda-90Periodi :

  • 27 luglio – 4 agosto

  • 19 – 27 settembre

Durata: 9 giorni (8 notti)

Tipologia: soggiorno + escursioni a piedi /barca

Gruppo di 8 persone massimo, minimo 6

Prenotazione entro il 31 MARZO 2016

Per chi si iscriverà entro il 31 gennaio 2015 avrà in omaggio un escursione giornaliera a scelta organizzata dall’Associazione Percorsi A.S.D. sul territorio italiano.

aurora boreale

Programma di viaggio

1° giorno

Ritrovo direttamente all’aeroporto internazionale di Keflavik.

Incontro con la guida e trasferimento con mezzo riservato al Guest House Disa´s Homestay.

Saluto di benvenuto all’oceano dal vecchio faro di Garðskag! Ottimo luogo per il whalewatching e il birdwatching.

Cena presso ristorante o il Guest House, pernottamento.

Possibilità di fermarsi per la spesa al supermercato del paese (distante solo 5 minuti a piedi).

2° giorno

Viaggio attraverso l’immenso ovest e parte del nord, superando distese laviche, immensi fiordi e interminabili altipiani accompagnati da pecore e cavalli allo stato semibrado.

Tempo previsto circa di 6/7 ore soste incluse (520 km).

Pranzo al sacco o lungo il percorso in uno dei punti ristoro.

Visita di Akureyri, la seconda città per importanza del paese, raccolta alla testa del maggior fiordo islandese, per una visita nella sua caratteristica via principale, al giardino botanico più settentrionale d’Europa e alla caratteristica chiesa in basalto in posizione dominante sulla città. Qui sarà anche possibile fermarsi per la spesa al supermercato del paese.

Arrivo all’Arbot Hostel situato a 10 km da Husavik in una stupenda cornice di campagna.

Cena in Ostello o ristorante, pernottamento.

3° giorno

Geo-Bird-Tour! Giornata dedicata alle meraviglie geologiche del territorio e del lago Myvatn (lago delle zanzare), quarto lago naturale in ordine di grandezza dell’Islanda, e centro più importante per il birdwatching. Qui nidificano difatti tutte le specie del paese!

Passeggeremo tra i crateri di Skutustadir, che costeggiano il lungo lago meridionale, e nel particolare boschetto “lavico” di Höfði, ricco di Betulle e Abeti rossi, una rarità in un territorio aspro come l’Islanda.

Pranzo al sacco.

Poco lontano ci sposteremo verso pennacchi di fumo bianco proveniente da piccoli crateri comunicanti col sottosuolo e la sagoma inconfondibile del principale vulcano della regione: il Krafla, che erutta ogni dieci anni circa e che include Víti, famoso cratere con un lago d’acqua calda all’interno. Krafla comprende anche l’area geotermale di Hverir, lungo la Hringvegur sul passo di Námaskarð del monte Námafjall, con vulcani di fango e fumarole attivi.

Cena in Ostello o ristorante, pernottamento.

4° giorno

Escursione in barca di 3 ore partendo da Husavik nella baia di Skjálfandi, la “capitale mondiale del whalewatching” (www.northsailing.is), per un’esperienza indimenticabile e unica nel suo genere a stretto contatto con gli animali più grandi del pianeta!

Rientro e visita ad Husavik, piccola cittadina collocata nella “baia dei tremori”, chiamata così a causa dei continui sommovimenti tellurici. Qui le attività principali sono la pesca e il turismo ed è presente un centro caratteristico con musei, ristoranti negozietti e una bellissima chiesa a forma di croce costruita con legname proveniente dalla Norvegia. Pranzo in paese al sacco o al ristorante/pub.

Pomeriggio lungo la penisola che parte da Husavik in compagnia di migliaia uccelli marini tra cui le simpaticissime Pulcinella di mare.

Cena in Ostello o ristorante, pernottamento.

5° giorno

Percorreremo il cosiddetto “Circolo di Diamante”, una zona nel nord est dell’Islanda in cui si trovano, a breve distanza l’una dall’altra, alcune delle attrazioni naturali più belle dell’isola.

Ci avventureremo in spazi desertici attraversando territori quasi lunari, dove gli astronauti delle spedizioni dell’Apollo hanno effettuato i loro addestramenti, in direzione della cascata d’acqua con la portata maggiore di tutta Europa denominata “la cascata dell’Acqua che Rovina”, in islandese Dettifoss, in compagnia delle vicine  Selfoss e Hafragilsfoss. Tutte situate nel grandioso canyon Jökulsárgljúfur all’interno del Parco Nazionale di Vatnajökull (www.vatnajokulsthjodgardur.is). La forza con cui l’acqua fangosa dello Jökulsá á Fjöllum si getta nella gola è assolutamente impressionante e paurosa, soprattutto se la si osserva da distanza ravvicinata. La potenza dell’acqua solleva spruzzi che si vedono a 1 km di distanza e nelle giornate di sole generano stupendi arcobaleni.

Pranzo al sacco.

Si proseguirà arrivando ad Asbyrgi, il Rifugio degli Dei, uno stupendo canyon a forma di ferro di cavallo con al fondo della gola un vero bosco di Betulle e Larici. Le particolari rocce, secondo la leggenda ricordano, nella loro struttura a riccio, le giganti facce di un gruppo di Elfi pietrificati da un mago dispotico!

Cena in Ostello o ristorante, pernottamento.

6° giorno

Facile salita in cima al Hverfjall, il vulcano che domina il lago Myvatn. Il suo stupendo cratere di 1 km di diametro e alto 420 m, rende l’idea di quello che ha prodotto durante la sua ultima eruzione di 2500 anni fa. Tutto il territorio circostante è frutto della sua opera. Ai suoi piedi Dimmuborgir è il perfetto esempio di come uno sterile campo di lava possa diventare teatro di forme e strutture uniche, come la bellissima Kirkjan, una chiesa naturale con due portali d’ingresso a sesto acuto e, all’interno, quelle che sembrano vere e proprie cappelle con altari. Pranzo al sacco o presso i punti ristoro locali.

Nel pomeriggio breve sosta alle caverne termali di Grjotagja e per chi vorrà, visita facoltativa alle Mývatn Nature Baths (www.myvatnnaturebaths.is), delle terme di acqua solforosa che fuoriesce naturalmente dal sottosuolo. Un luogo rigenerante e magico nel freddo deserto dell’area geotermale di Hverir.

In alternativa birdwhatching presso l’area intorno al BirdCentre del Lago Myvatn.

Cena in Ostello o ristorante, pernottamento.

7° giorno

Rientro verso sud attraverso la Hringvegur, la strada statale n°1 che percorre l’Islanda in modo circolare, per raggiungere il piccolo paese di Laugarvatn.

Tempo previsto circa di 6/7 ore soste incluse (520 km circa).

Sistemazione presso Laugarvatn Hostel in una stupenda cornice in riva al lago. Ottima posizione per il birdwatching, per piccole escursioni o per rilassarsi presso la piscina termale del paese.

Sosta lungo la tratta al Pingvellir National Park (www.thingvellir.is), tra i luoghi più importanti della storia islandese dove venne istituito l’antico parlamento, e dove la deriva dei continenti può essere chiaramente riconosciuta nelle gole e nelle faglie che attraversano questo territorio al confine con il lago più grande d’Islanda, il Pingvallavatn.

Cena in Ostello o presso il ristorante Efstidalur (www.efstidalur.is) con cucina tipica, pernottamento.

8° giorno

Tour del “Circolo d’Oro”, il più famoso d’Islanda, dove visiteremo due tra le attrattive maggiormente visitate di tutto il paese.

Il grande Geysir, tra i più antichi geyser conosciuti al mondo, con le sue eruzioni d’acqua bollente che ogni 6 minuti salgono fino a 30-40 metri, e Gullfoss, conosciuta come la cascata d’oro, un’imponente cascata formata da due salti che scompaiono in un canyon stretto e profondo.

Nel pomeriggio trasferimento al Reykjanesfólkvangur National Park per l’ultima passeggiata lungo la costa Islandese su nere scogliere popolate da migliaia di uccelli marini per l’ultimo saluto all’oceano e a questo territorio selvaggio.

Trasferimento al GuestHouse Disa´s Homestay.

Cena presso ristorante o il Guest House, pernottamento.

9° giorno

Prima colazione. Trasferimento all’aeroporto di Keflavik e rientro in Italia.

Per ragioni organizzative o tecniche l’ordine delle escursioni o delle visite

potrebbe subire dei cambiamenti

Tariffa 1310 €

La quota comprende

– tutti i pernottamenti

– trasferimenti interni con minivan

– Guida Ambientale Escursionistica per tutto il viaggio

– escursione in barca di Whalewatching presso Husavik

La quota non comprende

– pasti giornalieri. Costo minimo di 25 €/gg

– visita facoltativa presso le Mývatn Nature Baths

– tutto quello non compreso in “La quota comprende”

– Attrazioni turistiche e culturali eccedenti quelle riportate alla voce “La quota comprende”

– Escursioni con mezzi locali eccedenti quelli riportati alla voce “La quota comprende”

– Le mance e tutto ciò che non è specificato nella lista “La quota comprende”

Informazioni utili

Guida

Davide D’Acunto

Guida Ambientale Escursionistica. Ricercatore scientifico di specie artico-alpine. Madrelingua inglese. Esperto ornitologo

www.guide-trek-alps.com

www.percorsialpini.com

Abbigliamento:

Necessari scarponcini da trekking, o scarpe robuste che tengano l’acqua, maglione o pile, giacca a vento antipioggia, cappello, zaino, borraccia, thermos e, secondo il tipo di pantaloni utilizzati, ghette.

Si consiglia vivamente macchina fotografica e binocolo.

Clima:

Fresco-temperato, ventoso con i mesi tra maggio e settembre come i meno piovosi dell’anno. Bisogna comunque essere attrezzati perché piogge “shower” improvvise di pochi minuti sono all’ordine del giorno e anche abbassamenti di temperatura con possibili nevicate, specialmente a settembre.

Descrizione strutture pernottamento:

GuestHouse Disa´s Homestay

Situata a Garður, a 36 km da Reykjavík, questa sistemazione propone una vasca idromassaggio, un barbecue e servizi gratuiti come la connessione WiFi e un parcheggio privato. Tutte le camere vantano un bagno in comune, accappatoi e pantofole. Durante la permanenza si potranno preparare pasti usufruendo della cucina in comune. Il bed & breakfast fornisce inoltre biciclette gratuite e dista 8 km dall’Aeroporto Internazionale di Keflavík.

Gli Ostelli dove pernotteremo fanno parte dell’Iceland Hostelling International, una serie di strutture di prima qualità con aree comuni molto confortevoli. In queste strutture, asciugamani e lenzuola sono richieste a parte e non sono comprese nel costo. Le sistemazioni saranno in camere doppie con bagno in comune.

Arbot Hostel (http://www.hostel.is/hostels/Arbot/)

E’ situato in una bellissima fattoria nella campagna circostante di Husavik. E’ presente una cucina completamente attrezzata per la preparazione delle colazioni o degli altri pasti, un salotto e un infinito spazio esterno.

Laugarvatn Hostel (http://www.hostel.is/Hostels/Laugarvatn/)

Questo ampio ostello è una delle strutture più professionali del sud dell’Islanda. Sono presenti diverse cucine completamente attrezzate per la preparazione delle colazioni o degli altri pasti con vista sul lago, un salotto e un ampia possibilità di attività nelle strette vicinanze, dai bagni termali alle facili passeggiate in riva al lago in uno dei posti migliori dell’Islanda per il birdwatching.

Noi avremo sempre a disposizione camere dedicate SOLO al nostro gruppo,

MAI in condivisione con estranei.

Costo medio dei pasti:

Per quanto riguarda i pasti, è a disposizione la cucina degli ostelli o del guesthouse, con supermercati nelle vicinanze per la spesa.

Esistono comunque ristoranti nelle vicinanze che servono ottimi piatti con un costo medio di 25 euro a portata bevanda escluse.

Come arrivare a Keflavik:

Esistono diversi modi per arrivare in Islanda. Con aereo ci sono voli diretti da Milano Malpensa gestiti dalla compagnia bandiera Icelandair, ma anche altre compagnie offrono voli diretti o con scalo. Una nuova offerta interessante è quella di EasyJet con volo diretto da Ginevra. I prezzi variano dai 180 euro ai 450 euro circa andata-ritorno.

Per chi ha tempo si può anche arrivare via mare partendo dalla Danimarca ma con arrivo nell’Islanda orientale.

Caratteristiche dei periodi di viaggio:

Le due proposte di viaggio differiscono molto sia per le condizioni climatiche sia per le tipologie di attrazioni che si potranno vedere.

Il periodo estivo è l’ideale per vivere a pieno il sole di mezzanotte ed è anche il periodo migliore per il whalewatching e il birdwatching. In questa stagione, infatti, le coste sono popolate da migliaia di uccelli marini che verso la metà di agosto migrano verso sud o verso l’oceano aperto.

Fine settembre, invece, è un bellissimo periodo, dove i colori dell’autunno e le prime nevicate rendono il paesaggio una tavolozza di colori e durante la notte, con un po’ di fortuna, si possono vedere le prime aurore boreali. Rimane comunque un ottimo momento anche per il whalewatching e il birdwatching, per la presenza di molte specie stanziali o di passaggio dal circolare polare.

Le spese per i trasferimenti da e per l’Italia sono a carico del cliente.

Informazioni

Associazione Percorsi ASD

Telefono: 340 8247725 – Davide D’Acunto

email: info@percorsialpini.com

www.percorsialpini.com

www.guide-trek-alps.com

Prenotazioni

Agenzia di viaggi “Il Tropico del Camper”

Via di Corticella 218/10c – 40128 Bologna

Telefono: 051 4127573 o al 338 8724789

email: www.iltropicodelcamper.it

This entry was posted in Altri Viaggi and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.