Le chiesine campestri di Onano

Nei dintorni di Onano ci sono numerose chiesine campestri, costruite tra il 1400 e la fine del 1600. Piccole e graziose, alcune hanno al loro interno anche opere d’arte di un certo pregio. Si trovano sparpagliate per le campagne onanesi, al confine con la Toscana. Siamo andati a cercarle tutte!

La chiesa della Madonna della SS. Trinità.

La chiesina di Onano della Madonna della SS. Trinità.

La chiesa della Madonna della SS. Trinità.

Costruita nel 1668 mediante il contributo della Comunità di Onano e costata 80 scudi .
Veniva chiamata anche Chiesa dell’Acqua Santa, perché da sotto l’altare era scaturita una vena d’acqua alla quale venivano attribuiti molti miracoli e per cui considerata con molta devozione.
Nel giorno dell’Annunciazione il popolo aveva l’abitudine di visitarla per recitarvi la pratica delle “mille Ave Marie”.

La chiesina campestre della Madonna della Fontana o del Soccorso.

La chiesina campestre della Madonna della Fontana o del Soccorso.

La chiesina campestre della Madonna della Fontana o del Soccorso.

Questa si trova più vicino al paese, sotto le prime case (e l’abbiamo trovata per caso girovagando qua e là).
La chiesina della Madonna della Fontana fu costruita nel 1454 e arricchita con affreschi dell’epoca che, a causa delle continue ristrutturazioni sono andati persi quasi completamente (nei commenti metto quello che si vede dal vetro).

Sapete che invece nelle altre due chiesine sono visibili affreschi di Sano di Pietro e di Antonio del Massaro (il Pastura)? Due nomi di primissimo piano del primo Rinascimento, che ci possono dare un’idea dell’importanza che queste chiesine dovevano avere per la popolazione e i nobili che intervennero nella costruzione.

 la chiesina della Madonna del Piano

La chiesa della Madonna del Piano fu eretta nel 1493. Sì può osservare dalla strada che unisce Onano ad Acquapendente. Il portale è ornato on un ampio arco a tutto sesto, alleggerito da cornici e scanalature.
All’interno c’è un affresco, restaurato nel 1965 e attribuito ad Antonio del Massaro da Viterbo, detto il Pastura. Celeberrimo pittore del primo Rinascimento viterbese, allievo del Perugino.

la chiesina della Madonna del Piano, eretta nel 1493

la chiesa delle Grazie

Oggi la chiesa delle Grazie è la più antica ancora esistente a Onano. Osservando la complessa tessitura muraria, si può intuire che fu rimaneggiata almeno tre volte per rimediare a distruzioni di guerre, a lesioni date da movimenti sismici, al desiderio di renderla sempre più bella.

la chiesa delle Grazie

Leggi tutte le altre storie

Visita Onano con le nostre guide!

Il bosco e la villa: Villa Lante, un’ideale fatto giardino

Villa Lante è l’esempio più completo e perfetto dell’idea di Giardino Rinascimentale. Riflette il razionalismo dell’epoca, affermando il dominio dell’uomo sulla natura. Qui nulla è casuale…

Continua a leggere

Tra i vicoli di Corneto. Tarquinia Medievale

Una passeggiata tra i vicoli di Tarquinia ci può far scoprire che la città ebbe una storia  intrigante anche nei secoli del Medioevo. L’antica Corneto, città turrita e circondata da bianche mura…

È un’esperienza da non perdere!

Continua a leggere

Anche noi #restiamoacasa

Chi ci conosce e ci segue sa che siamo sempre in movimento, d’estate e d’inverno abbiamo sempre qualcosa da proporre..

.

Ma ci sono momenti in cui l’unica scelta sensata è quella di non uscire!
E quindi anche noi #restiamoacasa , ma questo non significa che ci fermiamo! Annulliamo le escursioni fino al 5 aprile, ma riprenderemo con più entusiasmo e più voglia di assaporare la bellezza della natura.
Stiamo già iniziando a risistemare il calendario, e in questi giorni di stop cercheremo di viaggiare insieme a voi almeno con il cuore

UN MARZO SPECIALE. cammini all’aria aperta nel cuore della Natura

Aggiornamento del 9 marzo 2020
Alla fine abbiamo deciso di annulare le attività dei prossimi giorni.
Nel precedente decreto (6 marzo) le attività all’aria aperta erano consigliate, in quello uscito ieri sono “consentite”.
Abbiamo pensato di fare uscite con un massimo di 10 partecipanti, consigliando l’uso di mascherine e guanti… ma alla fine ci siamo detti: fermiamoci. Stiamo a casa, fino a nuovo ordine.
Recupereremo le attività, promesso.
E grazie per chi ci segue, e chi ci dà fiducia.

 

Panico da Covid19?

No problem! Il ministero raccomanda ATTIVITA’ ALL’ARIA APERTA e per questo con Percorsi Etruschi stiamo mettendo in piedi un mini calendario di escursioni infrasettimanali in boschi, parchi, riserve… per respirare aria pura, divertirci, stare insieme  e goderci la natura

Riscopriamo il gusto di camminare all’aria aperta, assaporiamo la bellezza della natura con passeggiate infrasettimanali tra gli alberi, sui sentieri, nel cuore del bosco, nella bocca di antichi vulcani. Continua a leggere